0, 1, 0, 1, 0, 0, 0 trend

Coltivare il basilico in vaso: piccolo trucco per averlo gustoso

Il basilico in vaso sembra facile da coltivare, ma in realtà è delicatissimo: ecco i suggerimenti per regalargli lunga vita e tante foglie

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Tenere un vasetto di basilico sul balcone, sulla finestra o in giardino è un ottimo modo per avere sempre a portata di mano le sue gustose foglie, fresche e pronte per insaporire i piatti più disparati, dagli spaghetti al pomodoro alla classica “panzanella”: come fare però per mantenere in salute quella piantina in vaso per gustarne al meglio i risultati?

Capita molto spesso infatti che quelle piantine tanto promettenti finiscano per appassirsi sotto i nostri occhi: ecco cosa possiamo fare per impedirlo.

Innanzitutto, scegliamo una piantina in buona salute e frondosa: arrivati a casa controlliamo con attenzione quante piantine sono state inserite nello stesso vasetto. Se sono più di una, separatele piantandole in altri vasetti, possibilmente in terracotta e con una manciata di argilla espansa alla base, per evitare i ristagni d’acqua.

La posizione: il basilico vuole luce, ma non sole diretto altrimenti le sue foglie si bruceranno letteralmente. Per questo il vasetto va posizionato in un luogo ombreggiato, dove il sole al massimo può girare in serata, e annaffiata spesso. Attenzione però, non spessissimo: dovrete affidarvi alla prova del dito. Inserendo un dito nella terra questo dovrà restare umido, nè asciutto nè fradicio. Regolatevi quindi con l’innaffiatura, anche a secondo della temperatura e della posizione della pianta.

Poi c’è la potatura: proprio così, il basilico non deve mai arrivare a fare fiori, altrimenti il ciclo vitale della pianta si considera concluso e non farà più foglie. Appena si vedono spuntare i primi steli, vanno tagliati.

Per cogliere le foglie del basilico, infine, ricordatevi di partire sempre dall’alto: il consiglio degli esperti è tagliare dalla punta, appena sopra le sue biforcazioni, e farlo spesso, fin da quando la pianta è “giovane” (circa 10 cm). Così facendo i fiori non si formeranno mai e il basilico si svilupperà in larghezza, con molte foglie, fornendovi l’ingrediente ideale per un pesto indimenticabile!

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti