Quando potare le piante in vaso? Il calendario da rispettare

Amate il verde in casa e vorreste prendervene cura cimentandovi con la potatura? Ecco allora quando bisogna potare le piante in vaso

16 Novembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

C’è chi le appende al soffitto, creando un giardino pendente e chi, molto più comunemente, le posiziona in veranda o sul balcone. Chi ama le piante ma non ha un spazi esterni, ha molte possibilità per dar sfogo al proprio pollice verde. Secondo gli esperti, tenere alcuni tipi di piante in casa fa bene alla salute e ce ne sono altre che aiutano persino a combattere l’asfissiante caldo estivo, mantenendo l’ambiente domestico più fresco. Ma per poter sfoggiare un rigoglioso angolo verde in casa, non basta solo annaffiare: le piante vanno curate per mantenerle sane e farle crescere nella maniera corretta (avete mai provato a usare la cannella?). Una delle attività più comuni da dover effettuare, ad esempio, è la potatura: ma quando bisogna potare le piante in vaso?

Esistono delle vere e proprie regole per la cura delle piante, anche di quelle ornamentali, come ogni bravo giardiniere sa bene. Ma se non avete la possibilità di rivolgervi a un esperto e volete cimentarvi nel giardinaggio fai da te (un’ottima idea che fa anche dimagrire!), fareste meglio a documentarvi prima di iniziare qualsiasi operazione. Potete dare un’occhiata ai tanti blog dedicati all’argomento che popolano il web o rivolgervi al vostro vivaista di fiducia, per avere informazioni su come e quando fare la manutenzione alle vostre piante d’arredamento.

Innanzitutto, è utile sottolineare che la potatura comprende diversi interventi. Il più comune e diffuso è la spuntatura, che prevede l’eliminazione di rami e foglie secche, ma – in caso di alberi e arbusti – anche il taglio delle estremità dei rami, sia per evitare che crescano troppo sia per dare alla pianta nuova vita. Il periodo dell’anno migliore per eseguire questa attività è nei mesi invernali, ma ricordate che le foglie delle piante in vaso vanno comunque eliminate quando troppo secche.

Poi c’è la cimatura, che si esegue tagliando le estremità dei rami giovani per aiutarli a crescere meglio. Per questo sfoltimento, sarebbe meglio aspettare i mesi estivi. Nel caso di piante che regalano profumati fiori, bisogna prevedere anche la sbocciolatura, ovvero, l’eliminazione dei fiori appassiti, per mantenere armoniosa e viva la nostra pianta. Questa operazione, ovviamente, dipende dal periodo di fioritura della pianta stessa.

Insomma, non sembra difficile capire quando potare le piante in vaso, più complicato potrebbe essere farlo concretamente. Ma non demoralizzatevi: fatevi aiutare da chi ne sa più di voi sul giardinaggio e scegliete gli attrezzi giusti (ecco come pulirli in modo facile e veloce).

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti