Con WhatsApp puoi vedere dove si trova un tuo contatto

Tramite l'indirizzo IP è possibile stabilire, con buona approssimazione, dove si trova un nostro contatto

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Sono molte, anzi moltissime le cose che possiamo fare tramite WhatsApp: la piattaforma di messaggistica infatti non ci permette solo di parlare in via testuale, ma come sapete ci fa scambiare foto, telefonare in videochiamata e ci permette addirittura di ritrovare la macchina se l’abbiamo persa in un parcheggio!

Ora andiamo ad aggiungere un altro tassello all’elenco delle molte possibilità che abbiamo utilizzando WhatsApp: tramite una app presente su tutti gli store possiamo anche localizzare geograficamente un nostro contatto.

Ovviamente questo deve avvenire con il consenso del contatto stesso: la app infatti genera un link sul quale la persona in questione deve cliccare per dare il consenso al tracciamento del suo indirizzo IP. A quel punto la app (ma ce ne sono diverse che fanno la stessa cosa) è in grado di stabilire la sua posizione, con una buona approssimazione.

Questo può essere utile per segnalare ad amici e parenti dove ci troviamo, più o meno: non ha la precisione del GPS, ma può dare un’idea di massima sul dove ci troviamo. Può essere utile per mamme o papà ansiose o partner gelos*: l’importante è che, come dicevamo poco sopra, la cosa venga fatta alla luce del sole ed informando il destinatario di quanto sta accadendo.

Come i più esperti di informatica sanno, questa localizzazione dell’IP del nostro dispositivo viene fatta anche da molti siti web: se si desidera impedirlo, l’unico sistema è navigare con una VPN, Virtual Private Network o rete privata virtuale, un servizio che protegge la connessione internet e la privacy online. E’ un servizio offerto da molte aziende per il quale si paga in genere un piccolo canone mensile o annuale.

Per proteggere la propria privacy efficamente, in ogni caso, il primo passo è conoscere a fondo le impostazioni per la privacy che ci vengono offerte dalle singole piattaforme o dai device che utilizziamo: in molti casi possiamo semplicemente disattivare la localizzazione o impedire ai siti di tracciarci e condividere le informazioni.

 

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti