Einaudi e l'ambiente, concerto di pianoforte tra i ghiacci dell'Artico

Ludovico Einaudi ha tenuto un concerto, suonando il pianoforte, circondato dal ghiaccio del Circolo Polare Artico

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Un pianoforte fra il ghiaccio dell’Artico e Ludovico Einaudi che suona “Elegy for the Arctic”, concerto dalle note delicate e insieme drammatiche, per raccontare l’area più fragile del nostro pianeta. Questo concerto per pianoforte di Einaudi è solo una delle tante iniziative nate per cercare di proteggere i ghiacci del Polo Nord, che si sciolgono ad una velocità impressionante e senza più ricostituirsi. In questi giorni si riunisce la commissione dell’OSPAR, organo internazionale per la protezione dell’Artide nord-orientale.

Verrà discussa l’istituzione di un’area protetta di oltre 226 mila km quadrati nelle acque internazionali del mar Glaciale Artico. Di recente la NASA ha reso noti i dati dell’estensione della calotta raccolti durante l’ultimo inverno e la situazione è parecchio critica. Con questo concerto sul ghiaccio Artico il musicista e compositore italiano Einaudi, insieme a Greenpeace, ha voluto creare un suggestivo messaggio per invitare la comunità internazionale a proteggere un’area della Terra dalla quale dipende il clima del mondo intero.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti