Se noti questo dettaglio, butta subito il formaggio

Sapete qual è il segno inequivocabile che ci indica che un formaggio è guasto? Andiamo a scoprirlo insieme

23 Dicembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

Esistono alcune accortezze riguardanti i formaggi che possono evitarci brutte sorprese. Segnali indiscutibili che ci fanno sapere che non ci resta altro da fare che buttare via il nostro pezzo di Asiago, Parmigiano Reggiano, Toma e compagnia…

Partiamo con il dire che scorgere sulla superficie di una forma di formaggio una semplice macchiolina di muffa non vuol dire necessariamente che lo stesso sia rovinato. Anzi, come ben sappiamo in Italia, alcuni formaggi come il Gorgonzola e il Castelmagno fanno della muffa una delle loro caratteristiche fondamentali grazie al processo di erborinatura.

Ma, allora, come facciamo a capire quando un formaggio è arrivato ad un punto di non ritorno e deve essere buttato?

Il tutto deriva principalmente da ciò che abbiamo di fronte. Per esempio, i formaggi a pasta molle tendono a rovinarsi più rapidamente rispetto a quelli stagionati. E in questo caso il dettaglio della muffa è molto importante. Se ad esempio troviamo una macchia di muffa sulla superficie di un formaggio stagionato, ci basterà tagliare via quella zona e mangiare tranquillamente il resto. Ciò non è possibile qualora la macchia di muffa sia presente sui cosiddetti ‘formaggi molli’ come lo Stracchino, il Brie o il Taleggio. In quel caso, il rischio di contaminazione è decisamente maggiore. E per sicurezza ci conviene buttar via tutto.

C’è un altro segnale che però può aiutarci: l’odore. A parte alcuni formaggi che ne hanno uno proprio e caratteristico, sentire puzza di ammoniaca, frutta marcia o latte andato a male è sempre segno che la nostra forma è irrimediabilmente rovinata.

Ancora una volta, si tratta di una caratteristica molto più comune nei formaggi a pasta molle che in quelli stagionati o a pasta dura. Ma è qualcosa rispetto alla quale è necessario fare molta attenzione per evitare brutte sorprese, come ad esempio un’intossicazione alimentare o un semplice mal di pancia.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti