Furti auto in aumento: come difendersi dai nuovi metodi dei ladri

L'uso di una sofisticata tecnologia di portachiavi consente ai ladri di auto di fuggire rapidamente con veicoli di lusso

3 Novembre 2023
Alessia Malorgio

Alessia Malorgio

Content Specialist

Ha conseguito un Master in Marketing Management e Google Digital Training su Marketing digitale. Si occupa della creazione di contenuti in ottica SEO e dello sviluppo di strategie marketing attraverso canali digitali.

Nelle ultime notizie legate a crimini e furti, in Inghilterra è stata segnalata una minaccia che sta mettendo a repentaglio la sicurezza delle auto moderne. I ladri stanno adottando un metodo per rubare le auto senza bisogno delle chiavi, e questa tendenza è diventata un problema serio. Gli automobilisti devono cercare di proteggere i propri veicoli da questa ondata di furti, dato che i criminali sono in grado di scappare indisturbati con le auto in pochissimi secondi (si stima che ne servano appena 90).

Il metodo dell’attacco a relè

L’aumento del numero di auto moderne sulle strade ha creato nuove opportunità per i criminali. Gli autori di questi reati stanno infatti sfruttando i progressi tecnologici per prendere di mira veicoli dotati di chiavi elettroniche. Uno dei metodi più comuni è conosciuto come “attacco a relè”: i criminali, che solitamente agirebbero in coppia, utilizzano un dispositivo di relè elettronico per intercettare il segnale del portachiavi. Di solito, agiscono quando le chiavi dell’auto si trovano all’interno dell’abitazione della vittima, apparentemente al sicuro. I ladri riuscirebbero così a sbloccare e avviare l’auto con relativa facilità.

Il metodo del circuito stampato

Un altro metodo sempre più popolare tra i criminali è l’hacking del circuito stampato. In questo caso, i malintenzionati manipolano e disattivano i sistemi di chiusura e di allarme dell’auto. Questo significa che possono fuggire con il veicolo senza essere intercettati.

I dati della società Tracker Network UK dicono che solo la metà delle auto rubate viene recuperata. Spesso finiscono dagli “sfasciacarrozze”, dove vengono smontate per poi poter vendere separatamente le varie componenti come pezzi di ricambio. Questo rende il furto di auto un crimine allettante per i ladri.

Come proteggersi dai furti “moderni” di auto

Per proteggere le auto da questi attacchi sofisticati, gli esperti raccomandano una serie di misure di sicurezza. Ecco alcuni suggerimenti:

  • L’installazione di barriere fisiche come un garage chiuso o pali di cemento sul vialetto possono scoraggiare i criminali e funzionare da deterrente.
  • Le chiavi possono essere riposte in custodie speciali, facilmente acquistabili online, che bloccano i tentativi di clonare i segnali delle chiavi elettroniche.
  • Assicurarsi che l’auto sia dotata di un sistema di allarme e sicurezza avanzato può aiutare a dissuadere i ladri.

Sebbene dunque la tecnologia automobilistica continui ad avanzare, è essenziale che gli automobilisti si adoperino per proteggere i propri veicoli da questi nuovi metodi sofisticati di furto. Seguire le raccomandazioni degli esperti è il primo passo per mantenere le auto al sicuro da chiunque cerchi di rubarle in meno di 90 secondi.

Furti auto, quali sono i mezzi più colpiti

Gli amanti delle auto di lusso devono fare i conti con una preoccupante realtà: i furti di veicoli di alto valore sono in costante aumento, soprattutto nel Regno Unito. I prestigiosi SUV sono da sempre un obiettivo ricercato dai ladri, e negli ultimi anni si è sviluppata una tecnologia sofisticata che permette loro di agire ancora più rapidamente e in modo discreto.

  • Tra le auto più rubate nel Regno Unito, spicca il marchio Land Rover con un tasso di 924 furti ogni 100.000,
  • seguito da Mercedes-Benz con 323 auto rubate ogni 100.000.
  • Al terzo posto si piazzano le auto Ford, seguite da BMW e Audi.

I ladri professionisti utilizzano la tecnologia cosiddetta “del portachiavi” che consente loro di scappare con le preziose auto in meno di 90 secondi. Secondo quanto riportato dal The Times, gli hacker automobilistici utilizzano hardware in grado di eludere i sistemi di sicurezza delle auto, rendendo le Land Rover il bersaglio più ambito per i criminali.

Furti auto: il trucco del portachiavi

I ladri utilizzano dispositivi venduti online a un costo di circa 1.300 sterline, che consentono loro di rubare le auto in meno di 90 secondi. Questa tecnologia avanzata è estremamente preoccupante, poiché rende i furti di auto ancora più facili e rapidi.

Le auto con accesso senza chiave sono le più vulnerabili in questo senso, perché i ladri utilizzano dei portachiavi che riescono a ingannare il segnale della macchina e far credere che la chiave sia vicina, sbloccando l’auto e avviandola in un battibaleno.

Diventa quindi fondamentale che i produttori automobilistici e le autorità prendano provvedimenti per contrastare questa minaccia crescente e proteggere i proprietari di auto da questi crimini. Un portavoce di Jaguar Land Rover (JLR) ha dichiarato che la protezione dei clienti da questo tipo di criminalità organizzata è diventata la loro priorità.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti