Gli USA aprono una task force per investigare sugli UFO

Si tratta di un vero e proprio nucleo investigativo che ha il compito di trovare risposte a diversi fenomeni inspiegabili

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

A quanto sembra gli Stati Uniti hanno deciso di fare un importante passo per scoprire se siamo soli nell’Universo ed hanno addirittura creato una task force per investigatore sui strani fenomeni che accadono nei cieli. Il nucleo di investigazione si chiamerà Airborne Object Identification and Management Synchronization Group (AOIMSG) ed avrà il compito di cercare di dare una risposta ad alcuni fenomeni avvenuti negli States a cui nessuno è riuscito ancora a dare una spiegazione.

Il 25 giugno di quest’anno l’Intelligence americana ha consegnato al Congresso un rapporto sui 144 episodi, definiti fenomeni aereo non identificati, avvenuti dal 2004: in nessuno di questi casi è stata trovata una spiegazione plausibile e in 143 su 144 non sono state trovate prove certe di presenza aliena. In ogni caso quello che è evidenziato nel rapporto è che i piloti americani che hanno visto cose anomale non sono entrati in contatti con una tecnologia americana: da qui la necessità di indagare cosa sono e da dove vengono quei fenomeni.

Molto più prosaicamente infatti gli Stati Uniti temono che si tratti di tecnologie all’avanguardia di paesi esteri, ad esempio Russia o Cina, che potrebbero essere impiegate con scopi bellici. Ad esempio la scorsa estate la Cina ha presentato un veicolo ipersonico capace di fare il giro del mondo e di sganciare un missile tattico a velocità superiori a quella del suono.

L’ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, in un’intervista con James Corden sulla Cbs ammise di aver visionato immagini e rapporti di oggetti nei cieli che “non sappiamo esattamente cosa siano“, mentre Donald Trump, sebbene molto più scettico sull’argomento, ha stanziato diversi milioni di dollari per investigare su questi fenomeni.

A lasciare interdetti di fronte a questo rapporto dell’Intelligence, secondo indiscrezioni che circolano, è il fatto che alcuni di questi oggetti volanti sembrano contravvenire anche alle leggi della fisica e della materia: la loro accelerazione, i loro cambi di direzione e la la loro capacità di immergersi in acqua e sparire non sarebbe nulla di conosciuto fino ad oggi.

 

 

 

 

 

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti