Grammatica italiana: elenco degli aggettivi qualificativi

Gli aggettivi qualificativi, nella lingua italiana, sono molteplici. Vediamo alcuni esempi presentati in ordine alfabetico

Gli aggettivi qualificativi attribuiscono al sostantivo una qualità. Nella lingua italiana questi aggettivi sono numerosissimi; ne presentiamo, quindi, solo alcuni per ogni lettera dell’alfabeto. Con la A troviamo adorabile, afrodisiaco, alto, ambiguo, ammirevole, appetibile, arrogante, ed attraente. Con la lettera B abbiamo bello, bravo, benestante, brillante, brutto e buono. Segue la C con caldo, carino, cattivo, celebre, combattivo, coraggioso, cordiale, costruttivo e cretino. Subito dopo abbiamo dannoso, determinato, differente, difficile, discreto, disponibile, divertente, divino e dolce.

Il vocabolario italiano alla lettera E vede educato, efficace, egoista, eloquente, equo, eroico, espressivo ed estroverso. Gli aggettivi prescelti con la lettera F sono facile, falso, famoso, fantastico, felice, forte, fraterno, freddo, frettoloso e furbo. Sotto la G troviamo geloso, generoso, gentile, grande, grazioso, grasso e grosso. Con la lettera I citiamo incapace, indifferente, insicuro, intelligente, interessante, intollerante, intraprendente ed italiano.
Segue la lettera L con lacerante, largo, leale, legittimo, lento, lieto, logico e lucente.

Con la lettera M riportiamo magico, magnifico, meraviglioso, migliore, morbido, multiforme e muto. Sotto la N troviamo naturale, nazionale, normale, notevole e numeroso. Iniziano con la O occasionale, odioso, omogeneo, ossessivo e ottuso. Gli aggettivi qualificativi con la lettera P scelti per questo elenco sono pacato, perseverante, pesante, piccante, piccolo, pittoresco, prudente e pulito. Alla lettera Q abbiamo quadrato, qualificato, questionabile, quieto e quotidiano. La lettera R ci presenta ribelle, riflessivo, rilassante, rispettoso e rozzo.

Con la lettera S segnaliamo simpatico, solare, stanco, storico, strano, stupendo e stupido. Gli aggettivi con la lettera T sono tenero, timido, tranquillo, travolgente e triste. Segue la U con uguale, umile, umoristico, unico, ed usuale. La lettera V vede variabile, veloce, veritiero, vero e vivace. Chiudiamo con la Z: zelante, zeppo, zodiacale, zoppicante e zuccheroso. Infine, ricordiamo che, secondo la grammatica italiana, gli aggettivi qualificativi indicano una qualità dell’individuo o dell’oggetto indicato dal sostantivo.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti