Hai ingoiato una gomma da masticare? Cosa accade al tuo corpo

Niente paura: non rimarrà per sette anni bloccata nel tuo stomaco! Le gomme non sono fatte per essere ingoiate, ma una soluzione c'è

Da bambini ingoiare un chewingum era dipinto come l’atto più pericoloso e sovversivo che potesse venirci in mente: mamme, nonne e tutti gli adulti che ci circondavano ci hanno inculcato il concetto che il chewingum sarebbe rimasto appiccicato nel nostro apparato digerente per anni ed anni o che peggio ci avrebbe direttamente soffocato (guarda questo palleggio con il chewingum)

In realtà oggi sappiamo che non è così: una gomma da masticare non è progettata per essere ingerita, ma nel caso in cui questo capiti accidentalmente non ci danneggerà in alcun modo.

La gomma da masticare è fatta di gomma base naturale, a cui vengono aggiunti aromi, additivi, zuccheri o dolcificanti e oli vegetali. Per sua costituzione la gomma non viene sminuzzata dai denti e non viene quindi “digerita” nel modo classico, perché resiste all’attacco di enzimi, acidi e proteine nello stomaco. Questo però non significa che resta lì: viene comunque sospinta nell’intestino, grazie alle sue ridotte dimensioni e alla sua morbidezza, dai muscoli dello stomaco ed infine viene espulsa tranquillamente come gli altri “scarti”.

Come abbiamo già detto, la gomma da masticare non va ingoiata e i bambini che le masticano abitualmente vanno controllati (anche se non terrorizzati!) perché ingoiandone molte, come fossero caramelle, si potrebbe effettivamente creare una sorta di occlusione dovuta all’effetto accumulo: stiamo parlando di un’ipotesi molto remota e il bambino in questione dovrebbe ingoiare una quantità spropositata di chewingum!

I falsi miti, soprattutto in questa epoca di social network nella quale si diffondono ancora più velocemente, sono veramente all’ordine del giorno: c’è quello che riguarda la pasta di sera o quello della frutta dopo i pasti, cose che vengono ingiustamente demonizzate, ma anche il luogo comune della birra e del latte materno, per non parlare di quelli legati al caffè!

 

 

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti