Sorpresa, hanno scoperto un nuovo organo del corpo umano

Si chiama Interstizio ed è esteso in tutto l'organismo. Ecco dove si trova e come funziona il nuovo organo del corpo umano.

Si chiama Interstizio ed è tra gli organi più grandi che abbiamo nel corpo. La sua scoperta è recente e comporterà dei cambiamenti nell’anatomia, lo studio delle strutture e delle caratteristiche del corpo umano. L’Interstizio si trova in tutto l’organismo, sotto la pelle e nei tessuti che ricoprono polmoni, apparato digerente, vasi sanguigni e muscoli. Il suo compito è quello di fare da ammortizzatore, infatti è costituito da cavità collegate tra loro e piene di liquido, tenute insieme  da fibre di collagene ed elastina.

Gli organi sono gruppi di cellule che hanno specifici compiti e, ora, a quelli precedentemente conosciuti si aggiunge la recentissima scoperta statunitense.

La presenza dell’Interstizio potrebbe offrire molte risposte, ad esempio potrebbe dare la spiegazione del perché si diffondo i tumori, dell’invecchiamento della pelle e delle malattie infiammatorie degenerative. Una scoperta importantissima, che è stata riportata sulla rivista di settore Scientific Reports dall’Università di New York e dal Mount Sinai Beth Israel Medical Centre.

Quello che prima veniva considerato tessuto connettivo, diventa oggi Interstizio. Il perché la sua vera natura fosse rimasta sconosciuta, sta nell’esame al microscopio che lo riproduceva denso e compatto. Grazie però a una nuovissima tecnica di endomicroscopia confocale laser si è potuta scoprire realmente come è composto. Infatti, grazie a questa osservazione, si possono vedere i tessuti vivi nel corpo senza prelevarli.

Utilizzata su pazienti malati di tumore, ha fatto scoprire la presenza dell’Interstizio che è stato, quindi, promosso poi a organo. Il movimento del fluido potrebbe offrire una spiegazione sul perché i tumori che invadono l’interstizio si diffondano in maniera più repentina. Va anche detto che le cellule e le fibre che lo compongono, si modificano nel corso degli anni e potrebbero essere alla base dell’invecchiamento e delle malattie infiammatorie degenerative. Probabilmente la sua natura è anche alla base dell’efficacia dell’agopuntura.

“Questa scoperta ha il potenziale per determinare grandi progressi in medicina, inclusa la possibilità di usare il campionamento del fluido interstiziale come potente strumento diagnostico”, spiega Neil Theise, docente di patologia all’Università di New York.

Ora non resta da fare altro che vedere dove porterà e quali vantaggi offrirà alla medicina questa nuova importantissima scoperta scientifica.

Sorpresa, hanno scoperto un nuovo organo nel corpo umano

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti