Kanye West ha creato un generatore di copertine per “ye”

Kanye West ha creato un generatore automatico di copertine per “ye”, il suo ultimo album: ecco cosa si può fare

Che Kanye West sia un tipo particolare si sapeva, ma che fosse pure il troll di se stesso ci mancava.

Kanye West è uno degli artisti più famosi in circolazione non sono per il talento musicale, né per essere il marito di Kim Kardashian, ma per le sue esternazioni spesso fuori dal comune e sopra le righe. Chi conosce i testi di Kanye West sa che il rapper si crede un po’ il messia sceso in terra – “Yeezus” vi dice qualcosa? – e che a volte dice cose che possiamo tranquillamente definire senza senso. Ma a Kanye West si può perdonare (quasi) tutto, soprattutto perché ha dimostrato di prendere la sua eccentricità molto bene. Tanto che si è trollato da solo con la copertina del nuovo album, “ye”. Nome breve, semplice e coinciso.

La copertina di “ye” è rappresentata dalle montagne del Wyoming: la foto l’ha scattata proprio Kanye West con il suo iPhone prima della listening session. Ed è sua anche la frase che ha deciso di scrivere sopra: “I hate being Bi-Polar it’s awesome”. “Odio essere bipolare, è meraviglioso”. Una frase che il popolo di Internet conosce da tanto in realtà, dato che gira su social network e muri dei bagni dell’autogrill probabilmente da prima che arrivasse all’orecchio di Kanye West. Ma fa comunque molto ridere. Ovviamente la reazione dei fan e dei detrattori era prevedibile, quindi il rapper ha deciso di anticipare tutti creando un generatore di copertine di “ye”, sul quale ognuno può scrivere ciò che vuole.

In realtà Kanye West ha avuto problemi seri in passato legati alla sua salute mentale. Il rapper, a causa della troppa pressione, è stato molto male e ha avuto bisogno di un periodo di riposo. Kim Kardashian è stata vista più volte in lacrime durante il suo reality perché temeva per il marito. Che però, fortunatamente, si è sempre ripreso alla grande. Merito della sua famiglia e dei suoi tre bambini meravigliosi, che gli sono stati sempre accanto. La parte provocatoria di Kanye West però, non accenna a diminuire: ed è quella che gli fa dire che la «schiavitù è stata una scelta» e che “il bipolarismo non è una disabilità, sono un supereroe”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti