La paura ha dei vantaggi #lodicelascienza

Fin dall'alba dei tempi, la paura ci aiuta a mantenerci vivi e al sicuro: ecco come l'uomo moderno può gestirla e renderla un'alleata

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Siamo abituati dalla modernità a considerare la paura un ostacolo, un intralcio, qualcosa di cui liberarci: in realtà, come chi studia la fisologia del cervello ci può confermare, questa importantissima reazione istintiva è stata fin da sempre amica dell’uomo e della sua sopravvivenza, aiutandolo ad evitare i pericoli e a conservare in vita sè stesso e i suoi cari (anche i robot possono provare paura).

La paura ci mette sull’avviso quando qualcosa non va: a volte è il nostro sesto senso atavico a percepire che c’è qualcosa che non va ancora prima degli altri 5 sensi “canonici”. Quando la paura non è patologica, e sfocia nell’ansia, è insomma una nostra fedele alleata.

In questo periodo, quando i nostri pensieri e le nostre preoccupazioni sono dominati dalla pandemia e dall’angoscia del futuro, il libro “La paura ci può salvare” di Rosario Sorrentino ci aiuta a capire come fare della paura un’aiutante e non una nemica. La paura va compresa e “domata”, perchè non deve governare le nostre vite o toglierci lucidità: nello stesso tempo però ci suggerisce come affrontare il pericolo nel miglior modo possibile. E’ la paura infatti che, in questo delicato momento che stiamo vivendo, ci spinge ad osservare le regole e ad avere comportamenti adeguati.

Nel libro vengono dati anche validi consigli per superare lo stress e la paura da pandemia: non bisogna alimentare l’inquietudine mettendoci davanti alla televisione dalla mattina alla sera in cerca di notizie, nè lasciarsi andare all’isolamento e alla disperazione. Questo momento di stress mondiale deve spingerci a cercare la resilienza dentro di noi e ad allenarla: ad esempio, se non possiamo spostarci dalla nostra città possiamo però viverla, facendo passeggiate a piedi in orari diversi dal solito e godendoci l’assenza delle auto e del traffico. La paura in questo caso ci verrà in aiuto tenendoci lontani dalla confusione e spingendoci a trovare ristoro altrove.

In altre parole, la paura non possiamo ignorarla nè evitarla: dobbiamo farci i conti ed imparare a gestirla, traendone solo il meglio.

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti