0, 1, 0, 0, 0, 0, 0 trend

Le incredibili opere artistiche del pesce palla giapponese

Per amore, questo animale crea incredibili opere d'arte

2 Novembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: 123rf

C’è chi per amore scrive poesie, chi canzoni strappalacrime, e chi compie imprese folli. Qualcun altro invece si dà all’arte. È questo il caso del pesce palla che sui fondali marini al largo del Giappone è in grado di lasciare tutti a bocca aperta.

Questo animale è davvero piccolo, si parla di appena 12 centimetri come riporta Ilmattino.it, ma è un maestro quando si parla di realizzare opere d’arte con la sabbia. Già più di 30 anni fa alcuni sommozzatori avevano visto degli strani disegni circolari fatti sui fondali. Nel corso degli anni diversi studi hanno poi spiegato cosa c’era dietro: le opere geometricamente perfette sono frutto del duro lavoro del pesce palla impegnato ad attrarre una partner. Questa singolare attività è stata poi mostrata in un documentario della BBC che è diventato virale.

Il pesce palla disegna e costruisce letteralmente delle zone in cui le femmine possono poi decidere di restare dopo l’ispezione oppure di passare al corteggiatore successivo. Ebbene sì, anche loro condividono la filosofia del “thank you, next”. Per disegnare quelle che poi dovrebbero essere le “culle” delle uova della partner, il maschio impiega almeno una settimana, quindi si tratta di un lavoro piuttosto faticoso.

Le uova vengono collocate nei solchi lungo tutto il cerchio fino alla parte centrale. Una volta deposte, la femmina lascia la “struttura” delegando chiaramente al maschio l’onere di fecondarle e proteggerle.

I pesci palla sono morfologicamente molto simili ai Diodontidae, comunemente note come pesci istrice, i quali presentano grandi spine esterne sul corpo a differenza dei pesci palla che portano spine molto più sottili e generalmente nascoste che si possono osservare solo quando il pesce si gonfia a palla. Il nome Tetraodontidae deriva dalla lingua greca con il significato di “quattro denti” e si riferisce al fatto che i pesci palla presentano tutti 4 denti larghi fusi in due piastre, una superiore e una inferiore, utilizzate per rompere i gusci e le conchiglie di molluschi e crostacei, loro prede naturali, come riporta Wikipedia.it

La maggior parte dei pesci palla sono velenosi e alcuni sono addirittura tra i più velenosi vertebrati esistenti. In alcune specie, infatti, alcuni organi interni come il fegato, ma anche la pelle contengono la tetrodotossina, una delle neurotossine più potenti conosciute.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti