Lo specchio magico connesso: sul display messaggi, video e musica

Il futuro è ormai qui: mancano le auto volanti e il teletrasporto ma sono ormai pronti gli specchi connessi a internet per restare sempre aggiornati

Specchio, specchio delle mie brame, chi è in grado di scrivere il migliore articolo nel reame? Certamente non io, come avete potuto notare dalla mia terribile introduzione. Ma se avessi uno specchio magico come la cattiva di Cenerentola, magari potrei chiederglielo – o anche farmi dare direttamente dei consigli da lui. In mancanza di uno specchio magico a cui chiedere aiuto, mi limiterò a leggere cosa offre il mondo del web.

Il futuro è qui: in mancanza di auto volanti e teletrasporto, almeno siamo arrivati agli specchi connessi a internet. Il Perseus Mirror (Specchio di Perseo, il mitico eroe greco che uccise Medusa grazie a uno scudo riflettente che gli permetteva di combattere senza guardarla direttamente negli occhi) è un nuovo tipo di device elettronico che vuole accompagnare la vostra routine mattutina con update e interfacce grafiche.

Perseus Mirror e gli sviluppatori

Se volete avere le notizie del giorno mentre vi fate la barba o sistemate il vostro trucco, Perseus è perfetto. Certo, non è esattamente uno specchio, infatti, per quanto siano in gamba gli sviluppatori, alla magia ancora non ci sono arrivati. L’apparecchio funziona grazie a una telecamera HD e un sistema di sensori e software di riconoscimento facciale sulla sua superficie. Non così incantevole, ma di sicuro impressionante.

Streaming di video, notizie, quotidiani online e forum che vogliate seguire, l’interfaccia del Perseus Mirror permette di fare questo e oltre. Il progetto è stato sviluppato con un sistema aperto, per permettere anche ad altri sviluppatori di rilasciare le loro app per lo specchio e di poter sistemare e migliorare il sistema operativo a seconda delle loro necessità. Oltre alle possibilità più ovvie di cui abbiamo parlato, i creatori hanno molti assi nella manica.

Il futuro degli specchi

Il gruppo che ha costruito il primo esemplare di Perseus Mirror non si è limitato a creare un gigantesco tablet con una telecamera sempre accesa. Oltre a rifinire e migliorare immagine e riconoscimento facciale il più possibile, hanno anche inserito uno scanner per codici QR/UPC (i codici a barre) che permetterebbe allo specchio di ordinare via internet qualunque prodotto venisse scannerizzato la mattina e farselo recapitare a casa.

Lo shopping sembra essere uno dei punti di forza dello specchio, con gli sviluppatori che mirano anche a inserire un ambiente di realtà virtuale in cui vedere come potrebbero stare gioielli e vestiti addosso a una persona prima di comprarli. Il progetto ha una campagna di crowdfunding in corso su Kickstarter, e il prezzo speciale per gli early adopter è di 200$, mentre una volta che il Perseus Mirror sarà nei negozi costerà molto di più.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti