Nella cannabis ci sono sostanze che migliorano la vista

Importanti novità per chi ha problemi con la vista: uno studio sulla cannabis rivela che i cannabinoidi riescono ad aumentare l'attività delle cellule della retina provocando miglioramenti visivi considerevoli.

Fonte: pixabay

La cannabis migliora la vista: questa l’ultima scoperta di un’ équipe di scienziati canadesi che ha pubblicato la clamorosa notizia sulla rivista scientifica eLife. Si sente spesso parlare dei benefici della cannabis al fine di alleviare i dolori in molte patologie, al punto che in molte Regioni oggi è possibile avere la cannabis a fini terapeutici fini terapeutici , ma ricerche recenti mettono in rilievo anche i vantaggi che i cannabinoidi (sostanze presenti nella cannabis o semplicemente marijuana) per la vista, gli stessi finora erano solo sperati.

In Canada in questo periodo sono molti gli studi che si stanno concentrando sugli effetti dei cannabinoidi, proprio per questo non meraviglia che le novità sugli effetti positivi della cannabis arrivino proprio dagli scienziati di Montreal. Lo studio di cui si parla oggi è stato condotto sui girini che presso l’Istituto Neurologico di Montreal sono stati esposti all’influenza di composti chimici a base di cannabis cannabis .

Lo studio ha portato a rilevare che la cannabis migliora la vista in quanto aumenta l’attività delle cellule della retina. I girini sono stati esposti sia a sostanze esogene presenti nella cannabis, sia a sostanze endogene, cioè presenti nell’organismo. In entrambi i casi si è potuto notare un miglioramento della visione nei girini. I benefici sono stati rilevati anche in situazioni di ridotta luminosità. I ricercatori hanno evidenziato un aumento dell’attività delle cellule gangliari della retina che trasmettono impulsi al cervello. Questo risultato sebbene sperato è inaspettato perché generalmente vi è una riduzione della trasmissione.

La ricerca sulle potenzialità di questa sostanza tanto discussa sono partite da alcuni studi osservazionali eseguiti sui pescatori in notturna marocchini e jamaicani. Le migliori capacità visive di costoro sono state poste in correlazione alla cannabis che migliora la vista. Le successive fasi di studio prevedono prima la sperimentazione sui topi e in seguito si passerà a testare gli effetti della cannabis anche in laboratorio su cellule di retina umane.

In realtà questo non è l’unico studio che rileva che la cannabis migliora la vista perché già dagli studi condotti all’università spagnola ad Alicante era stata rilevata la capacità dei cannabinoidi di rallentare la retinite pigmentosa retinite pigmentosa ritardando la degenerazione retinica. I risultati di questa ricerca sono stati pubblicati sulla rivista “Experimental Eye Research”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti