Se fai selfie in questa posizione, rischi seri danni alla retina

Sapevate che i selfie possono essere pericolosi? Ecco i possibili danni alla retina che potrebbero provocare.

22 Maggio 2023
Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino

Giornalista

Ph(D) in Diritto Comparato e processi di integrazione e attivo nel campo della ricerca, in particolare sulla Storia contemporanea di America Latina e Spagna. Collabora con numerose testate ed è presidente dell'Associazione Culturale "La Biblioteca del Sannio".

I selfie sono diventati un’abitudine diffusa più che una moda. Sempre più persone cercano di catturare il momento perfetto con quello che una volta si chiamava autoscatto. Tuttavia, gli esperti mettono in guardia sulla pratica di fissare direttamente i raggi solari senza l’uso di occhiali protettivi, specie durante i selfie. Questo comportamento potrebbe infatti causare seri problemi alla retina, incluso il rischio di danni irreparabili.

I selfie fanno male alla retina? Scopriamo perché potrebbero

Fissare direttamente il sole, anche solo per pochi secondi alla ricerca di una inquadratura perfetta, potrebbe infatti causare un danno fototermico alla retina. Questo effetto è paragonabile a quando si osserva un’eclissi solare senza l’adeguata protezione degli occhi. Le radiazioni luminose dannose possono danneggiare le cellule della retina, in particolare la macula, che è la parte più delicata e importante per la visione centrale.

Tuttavia, i danni alla retina non sono solo limitati ai selfie presi in presenza di luce solare diretta. Anche l’uso prolungato di smartphone e tablet può causare problemi. Lo schermo di questi dispositivi, quando esposto al sole, agisce come una superficie riflettente, come uno specchio. Questo può far convergere i raggi dannosi sulla macula, causando un effetto degenerativo.

Inizialmente, l’esposizione a energia radiante può provocare una sensazione di abbagliamento, ma nel tempo può causare danni più gravi. Nei casi più estremi, le cellule nervose della retina possono sviluppare una macchia nera al centro dell’occhio in pochi giorni. Questa lesione può essere permanente e portare a una riduzione irreversibile della visione centrale, poiché le cellule danneggiate non possono rigenerarsi.

È fondamentale prendere sul serio questi avvertimenti e adottare le misure necessarie per proteggere la salute dei nostri occhi. Quando si scattano selfie all’aperto, è importante evitare di fissare direttamente il sole e utilizzare occhiali da sole adeguati per proteggere gli occhi dai raggi dannosi. Inoltre, è consigliabile limitare l’uso prolungato di dispositivi e, se necessario, utilizzare filtri protettivi per schermare la luce solare.

I potenziali danni alla vista e alla salute causati dagli smartphone

Oltre ai potenziali danni alla retina causati dall’esposizione prolungata al sole, gli smartphone possono avere altri effetti negativi sulla vista. Andiamo alcuni modi in cui l’uso frequente del cellulare può influire sulla salute degli occhi (e non solo).

Guardare lo schermo dello smartphone per lunghi periodi di tempo può causare affaticamento visivo. Un disturbo che è dovuto alla costante messa a fuoco e all’esposizione prolungata alla luce dello schermo. I sintomi includono occhi secchi, bruciore, prurito, visione offuscata e mal di testa.

Gli schermi dei moderni cellulari emettono inoltre una quantità significativa di luce blu, che può influire negativamente sulla qualità del sonno e sulla salute degli occhi. L’esposizione notturna alla luce blu può disturbare il ritmo circadiano e interferire con il sonno. Inoltre, alcuni studi suggeriscono che l’eccessiva esposizione alla luce blu può aumentare il rischio di degenerazione maculare legata all’età.

Infine, l’uso prolungato dello smartphone spesso porta a una postura scorretta, con la testa abbassata e il collo piegato in avanti per guardare lo schermo. Questa postura può causare tensione muscolare nella regione cervicale, noto anche come “cervicalgia da testo”.

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti