Non mangi la frutta dopo i pasti? Ecco il falso mito da sfatare

La frutta è uno degli alimenti più sani che abbiamo a disposizione: eppure c'è chi sostiene che assunta a fine pasto non sia salutare. Sarà vero?

La frutta è inserita in tutte le diete dimagranti ed in generale è sinonimo di alimentazione sana: verissimo, perchè contiene vitamine, sali minerali ed acqua, ha pochissime calorie, nessun grasso e zuccheri di origine naturale. E’ quindi l’alimento perfetto e se ne dovrebbero assumere 5 porzioni al giorno, per tenere lontane malattie all’apparato cardiocircolatorio ed alcune forme di tumori. Il luogo comune però prevede che la frutta non vada mai consumata a fine pasto, soprattutto durante le diete dimagranti: il motivo più ricorrente è che le fibre contenute nell’alimento porterebbero ad un senso di gonfiore.

Ma come si legge sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità, sezione Falsi miti e bufale, proprio di una bufala si tratta: se è vero che alcuni componenti della frutta, come le già citate fibre e gli oligosaccaridi, possono rallentare in misura molto modesta il transito del cibo attraverso il tratto gastrointestinale e dare luogo a fermentazione, questi fenomeni interessano in particolare chi ha una particolare sensibilità intestinale. Ad esempio chi soffre di colite ulcerosa, sindrome dell’intestino irritabile, metorismo.

Chi non soffre di particolari disturbi può quindi concedersi la frutta dopo il pasto senza problemi, anzi con innegabili benefici: come leggiamo sempre sul sito dell’ISS, il sapore acidulo della frutta comunica al nostro organismo che si è arrivati alla fine del pasto. Inoltre consumare la frutta al termine del pranzo o della cena permette che gli zuccheri contenuti nella stessa frutta vengano rilasciati molto più lentamente rispetto a quando si mangia a digiuno, ritardando l’insorgenza della fame.

La vitamina C e gli antiossidanti contenuti in molti tipi di frutta permettono di assorbire con più efficacia i nutrienti della verdura e proteggono dai danni ossidativi durante la digestione.

Mangiare una porzione di frutta dopo il primo, il secondo e il contorno (come d’altronde si fa d’abitudine, ad esempio al ristorante) è quindi una pratica che potete concedervi con tranquillità, anche se siete a dieta: anzi, dal’Istituto Superiore della Sanità ci si raccomanda di mangiarne il più possibile, perchè non è certo la frutta la causa di un eventuale sovrappeso!

 

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti