Perché ci si inginocchia per chiedere la mano del partner?

I riti e le tradizioni nuziali sono parecchie, ma da dove derivano? Ecco perché l’uomo è solito inginocchiarsi durante la proposta di matrimonio.

Non c’è matrimonio senza proposta e spesso più è originale e plateale, più è facile ottenere una risposta positiva dalla propria amata e applausi a scena aperta dai curiosi intorno: eppure che sia sulla cima di un vulcano, in tv o durante una partita di basket trasmessa in tutta America, il gesto che l’uomo è sempre lo stesso, ovvero si inginocchia e tira fuori l’anello.

Vi siete mai chiesti da dove derivi questa tradizione e se c’è un motivo particolare per cui l’uomo faccia così? L’origine della romanticissima pratica consolidata da secoli è incerta, tuttavia l’ipotesi più accreditata ci porta indietro ai tempi del Medioevo, quando i cavalieri si inginocchiavano di fronte al loro re quando ricevevamo un omaggio oppure semplicemente si presentavano inchinandosi in segno di onore e rispetto.

Lo stesso facevano per la regina sua consorte, oppure erano soliti inginocchiarsi quando perdevano una battaglia in segno di deferenza nei riguardi dei vincitori.

Onore, rispetto e sottomissione sono gli stessi valori che l’uomo accoglie quando decide di chiedere la mano della donna con cui ha scelto di trascorrere la vita, ma possiamo leggere in questo atto di umiltà anche un significato più religioso: così facendo, infatti, l’uomo si trova all’altezza del ventre della donna e sta in qualche modo celebrando e rendendo omaggio al santuario della vita.

Spiegate le ragioni di questa tradizione, sappiate che c’è anche un motivo per cui dopo la cerimonia gli sposi vanno in luna di miele e che se il vostro matrimonio non sta andando come sperate, presto potreste ammalarvi (ecco i sintomi fisici se il rapporto con la moglie o il marito non va)

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti