Perché nei supermercati non ci sono finestre? Il motivo

Solitamente i supermercati sono privi di finestre o ne hanno pochissime e qui ti sveliamo il motivo di questa scelta.

21 Maggio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

File e file di prodotti, luci al neon, indicazioni per districarsi fra le corsie e neanche una finestra (se non le porte a vetri all’ingresso). Questa descrizione ovviamente riguarda i supermercati che sono tra i luoghi che frequentiamo di più. L’esigenza di acquistare prodotti necessari alla vita quotidiana ci porta, infatti, a fare tappa nei negozi di alimentari anche più volte a settimana. E una delle caratteristiche più tipiche di questi ambienti è l’assenza, o quasi, di finestre. Sai perché?

La scelta di non utilizzare aperture verso l’esterno non dipende affatto dal design o da ragioni pratiche ma ha una spiegazione precisa. Si tratta, infatti, di una tattica che punta a incrementare le vendite. Il fatto di non poter guardare fuori tende a creare una situazione sospesa che incoraggerebbe i clienti a fermarsi più lungo. Stando a quanto riferisce mashed.com questa “sospensione del tempo” invoglia, infatti, a rallentare i ritmi.

A contribuire a questa maggiore lentezza sarebbe proprio la scarsità di luce naturale diurna che interrompe il legame con l’esterno. Questo facilità, così, una sostanziale perdita di segnali che riportano allo scorrere del tempo come un tramonto o il cielo che minaccia pioggia. E rimanere dentro la ‘bolla’ del supermercato diventa un incentivo a comprare anche più di quanto non servirebbe.

Il neon, poi, illumina in maniera omogenea tutti i prodotti e le scaffalature senza lasciare ombre mentre il sole potrebbe scolorire le confezioni rendendole meno allettanti. C’è poi da dire che le finestre tolgono anche spazio all’esposizione, quindi non metterle permettere di acquistare metri preziosi.

E quello delle finestre non è l’unico trucchetto adottato dai supermercati. Fateci caso: le entrate sono poche e distribuite alle estremità. Questo serve a farci camminare di più e visionare più merce. Anche la musica in filodiffusione ed eventuali profumi d’ambiente sono funzionali a creare un’atmosfera che renda piacevole l’esperienza d’acquisto. Il segreto per non far piangere più del dovuto il portafoglio? Tenere d’occhio l’orologio, sempre.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti