Perchè Reggio Emilia è detta la città del Tricolore?

La nascita della bandiera Italiana si deve alla città di Reggio Emilia dove, nel lontano 1797, fu fondata la Repubblica Cispadana

Fonte: Pixabay

La città di Reggio Emilia ha un rapporto inscindibile con il Tricolore. Qui infatti, si costituì la Repubblica Cispadana, tappa fondamentale per la nascita dell’Italia democratica. Alla bandiera, identificazione di appartenenza e non più solo gagliardetto militare, furono assegnati il verde, il bianco e il rosso. Colori che ancora oggi rappresentano l’Italia nel mondo.

Ecco perché i cittadini di Reggio Emilia hanno un rapporto profondo con la bandiera, che di certo non ricordano solo in occasione di importanti eventi sportivi. Quest’anno infatti, la “Festa del Tricolore” ha celebrato il 220° anniversario della nascita della bandiera italiana con un’ospite d’eccezione: il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il quale, ha poi desiderato visitare il Museo del Tricolore, inaugurato nel 2004.

Reggio Emilia e la nascita del tricolore

Il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, ci spiega: “Era il 7 gennaio del 1797 quando a Reggio Emilia per la prima volta venne approvata l’adozione del Tricolore da parte di uno Stato italiano sovranola Repubblica Cispadana. Una tappa fondamentale culminata nell’adozione della Costituzione repubblicana nel 1948”. Il congresso si tenne nel municipio della città, in quella che poi sarà ribattezzata la “Sala del Tricolore”. La Repubblica Cispadana era formata dalle città di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia.

L’importanza del tricolore per la città

Alla fine del settecento, la bandiera italiana non era come la conosciamo oggi. Aveva strisce orizzontali e un simbolo nel mezzo. Negli anni subì diversi cambiamenti, ma mai nei colori. L’importanza della bandiera per i reggiani, ce la spiega ancora il sindaco Vecchi: “Al di là di tutto, la bandiera è simbolo di unità e libertà per i cittadini, come poche altre cose ha una grande capacità aggregativa, è un fortissimo elemento di identità”.

La Festa del Tricolore a Reggio Emilia

Il 7 gennaio alla Festa del Tricolore si è celebrato il 220° anniversario della nascita della bandiera italiana. Ospite dell’evento, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che così ha potuto visitare “la sala del Tricolore” e il teatro Municipale “Romolo Valli”. Oltre alla suggestiva sfilata del Drappo Tricolore per le vie del centro storico di Reggio Emilia, portato da centinaia di ragazzi-reggitori. Il Presidente della Repubblica ha anche avuto modo di visitare il Museo del Tricolore, inaugurato nel 2004.

Il museo del Tricolore

Reggio Emilia non poteva non avere un museo dedicato al Tricolore. Elisabetta Farioli, direttrice dei Musei civici di Reggio Emilia, racconta: “Il Museo del Tricolore è nato nel 2004 con una prima sezione legata alla nascita della bandiera e, nel 2006, una seconda sulle vicende risorgimentali collegate alla storia della città. Ospitiamo, tra i tanti oggetti, la ricostruzione della prima bandiera a righe orizzontaliuna lettera di Ugo Foscolo che elogia il coraggio dei reggiani, ricordi e reliquie di patrioti.”

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti