0, 0, 1, 1, 0, 1, 0 trend

Come conservare l'impasto per la pizza

Conservare l'impasto per la pizza è semplice, basta seguire alcune indicazioni. In tal modo sarà possibile utilizzare la pasta in qualsiasi momento

Fonte: flickr

Cosa bisogna fare per conservare l’impasto della pizza? Questo tipico prodotto gastronomico italiano è sicuramente uno dei più consumati nel nostro paese, insieme alla pasta. Molti sono in grado preparare la pizza in casa da soli, a partire dall’impasto, ma capita spesso che possa esserci bisogno di metterlo da parte per utilizzarlo in un secondo momento. Fortunatamente, esistono metodi semplici ed efficaci: l’importante è scegliere con cura il migliore in base alle proprie necessità. Tutto dipende da quanto tempo si ha intenzione di conservare il composto prima dell’uso.

Coloro che hanno esagerato coi quantitativi e hanno bisogno di tenere da parte la pasta per pochi giorni, prima di utilizzarla nuovamente, possono riporla semplicemente nel frigorifero. Essa va tenuta in un contenitore a chiusura ermetica e, quando viene tirata fuori, è necessario impastarla nuovamente con un po’ di farina. Questo perché il contatto con l’aria crea delle crosticine più dure che è importante eliminare per garantire una buona qualità. In caso sia stato utilizzato del lievito naturale, la temperatura in frigorifero deve essere di 4-8 gradi; se il lievito è industriale, invece, bisogna scendere a 2.

Nel caso in cui si abbia bisogno di conservare l’impasto per la pizza per più di 3-4 giorni, conviene tenerlo nel congelatore. Innanzitutto, si deve avvolgere bene la pasta nella carta da forno, poi va divisa in varie porzioni per creare delle palline. In questo modo, risulterà molto più semplice chiuderla nella carta d’alluminio o nei sacchetti da congelatore. Quando arriva il momento di utilizzare l’impasto, lo si può tirare fuori qualche ora prima; quindi, lo si potrà facilmente scongelare a temperatura ambiente o in frigorifero.

Qualora si decidesse all’ultimo momento di preparare la pizza, è possibile scongelare la pasta anche nel microonde. Bisogna solo fare attenzione a non sbagliare le impostazioni, in quanto si rischia di rovinarla e renderla inutilizzabile. Coloro che avessero intenzione di provare a fare una pizza per un’occasione speciale, dunque, non devono temere: possono preparare l’impasto quando hanno tempo e poi conservarlo fino al momento in cui avranno bisogno di utilizzarlo. Sarà sufficiente seguire queste semplici regole e non si correrà il rischio di commettere errori.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti