In viaggio a 20 anni (on tour): la playlist dei Giant Rooks

I Giant Rooks, band rivelazione del 2019, ci hanno regalato una playlist su cosa vuol dire essere sempre in viaggio a 20 anni, rigorosamente in tour.

La storia dei Giant Rooks inizia nel 2015 ad Hamm, in Germania. E quando vivi nella provincia tedesca e vuoi fare della musica il tuo lavoro, non puoi che muoverti, essere sempre in viaggio. Che poi, quando hai vent’anni, può anche essere una cosa figa.

Ecco perchè Frederik Rabe, Finn Schwieters, Luca Göttner, Jonathan Wischniowski e Finn Thomas, ovvero i componenti della band, non ci hanno pensato su un attimo, quando gli abbiamo chiesto di scegliere un tema per la loro playlist, “ossia- come ci hanno raccontato loro stessi – “avere vent’anni, essere una nuova promessa europea e spendere giorno e notte tra i viaggio sugli enormi nightliner. Scaricare, caricare, suonare, incontrare i fan, ripartire. Imparare che la vita nei tour è non vedere mai le città in cui si suona, ma solo i club. E imparare ad amare questa vita, il calore del pubblico, sempre diverso per cultura, linguaggio, approccio alla musica. E riscoprirsi stranieri ogni mattina, in posti nuovi di cui si ricorderà solo l’autostrada e quei metri che separano l’autobus-casa dal palcoscenico.”

E così abbiamo scoperto quali sono i loro ascolti quando sono in tour, ovvero la maggior parte della loro vita. Il loro tour europeo sta infatti andando alla grande: sold out in quasi tutte le date. Ed è l’occasione per presentare il nuovo EP Wild Stare (Virgin Records/Universal Music Italia), che prende il nome dal loro primo successo internazionale: un concentrato di canzoni esuberanti, introspettive e cariche di energia esplosiva.

La nostra vita – magari – non sarà  così  vagabonda come quella dei Giant Rooks. Ma – se ci mettiamo d’impegno – possiamo provare ad immaginarci nei loro panni, soprattutto grazie a questa playlist:

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti