La protagonista di "A Star Is Born" non doveva essere Lady Gaga

Lady Gaga è la stella del momento, ma sapevate che non doveva essere lei la protagonista del film “A Star Is Born”?

“A Star Is Born” è il nuovo film di Bradley Cooper che ha per protagonista la magnifica Lady Gaga. Ma non doveva essere lei all’inizio la stella del film.

La parabola di “A Star Is Born” è iniziata diversi decenni fa. La storia di lui, agente delle star in preda ai vizi della vita dissoluta a causa della pressione del mondo dello spettacolo, e di lei, stella nascente schiacciata e tormentata dagli effetti nefasti della fama, non è nata con Bradley Cooper e Lady Gaga. La prima trasposizione cinematografica di una pellicola con una trama del genere è del 1932 e si chiama “What Price Hollywood?”. La seconda è quella del 1937, con Janet Gaynor e Fredric March, mentre le altre edizioni sono state pubblicate nel 1954 e nel 1976, quando i volti di Judy Garland, Barbra Streisand, James Mason e Kris Kristofferson dominavano il patinato mondo dello spettacolo. In oltre quarant’anni, nessuna versione ne è stata poi ulteriormente realizzata. Fino al 2018, quando sono spuntati fuori Lady Gaga e Bradley Cooper. Ma inizialmente non doveva essere la cantante e attrice di “Poker Face” a interpretare la stella nascente.

Nel 2002 serpeggiava già a Hollywood l’idea di fare un remake di “A Star Is Born”: l’attrice scelta inizialmente era Jennifer Lopez, all’epoca nel pieno della sua carriera pop. Alla fine il progetto, che doveva essere diretto da Joel Schumacher, non andò in porto e l’idea fu accantonata. Per essere ripresa circa nove anni dopo, nel 2011. I ruoli dell’agente e della stella sarebbero dovuti andare rispettivamente a Beyoncé e Leonardo DiCaprio, anche se Rolling Stone riportò poi che per lo stesso ruolo era stato considerato anche Johnny Depp. Eppure il posto per il protagonista maschile rimase vacante. Queen Bey era ormai data per assodata, ma non la sua controparte in “A Star Is Born”: per il ruolo furono contattati anche Tom Cruise, Russell Crowe ed Eminem.

Dopo qualche anno di stallo, la Warner Bros ha deciso di cambiare regista: non sarebbe stato più Clint Eastwood, ma Bradley Cooper. Nel 2015 la protagonista femminile era ancora Beyoncé, anche se nessun accordo contrattuale era stato ancora formalizzato. Nel 2016, però, come un fulmine a ciel sereno, è arrivata Lady Gaga: era l’anno del Golden Globe ad American Horror Story. In seguito, complice anche la gravidanza di Beyoncé, che non avrebbe potuto così seguire le riprese, è stato deciso di cambiare protagonista femminile. E il resto, sarà storia.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti