Sei amante del caffè? Ecco perché è meglio chiederlo ristretto

Il caffè lungo ha un sapore molto più diluito, ma contiene più caffeina rispetto al caro vecchio espresso, più intenso ma più “mite”

Il caffè è una bevanda deliziosa, amata praticamente in tutto il mondo, dal gusto caratteristico e dalle proprietà energizzanti: tutto merito della caffeina, che è presente però in percentuali diverse a seconda del tipo di caffè che stiamo bevendo (3 caffè al giorno tolgono il medico di torno, ma è vero?) Le due principali varietà di caffè sono l’arabica e la robusta: l’arabica è più antica e produce una bevanda dal gusto più raffinato e con meno caffeina, mentre la robusta origina un caffè più amaro ma più ricco di caffeina. Le differenze fra i caffè non finiscono qui: incide molto la filiera di produzione, il tipo di torrefazione e anche la quantità di acqua.

Proprio così: la differenza fra caffè ristretto e caffè lungo non risiede soltanto nel gusto, ma anche nella quantità di caffeina che contengono. Un caffè espresso ha un sapore più intenso e sembra avere un effetto molto più stimolante rispetto ad una tazza intera, ma è solo suggestione: in realtà la quantità di acqua in un caffè è inversamente proporzionale a quella della caffeina. Se dovete diminuire le tazzine per motivi di salute, non scegliete quindi il caffè lungo: con un “americano” assumete molta più caffeina rispetto all’ espresso.

I consigli per chi ama la profumatissima bevanda, scoperta dagli arabi ma portata nel mondo dagli astuti mercanti veneziani, non finiscono qui: chi si concede un decaffeinato pensando di far del bene alla propria salute è di nuovo in errore. Per eliminare la caffeina nel classico “deca” vengono aggiunti additivi chimici, non esattamente salutari, anche se tutto dipende dalla quantità in cui i assumono. Quindi se bevete un decaffeinato ogni tanto poco male, ma se avete deciso di sostituire il caffè normale con quello senza caffeina per motivi di salute, rischiate di fare peggio (ecco qualche alternativa al caffè per riuscire a svegliarvi la mattina)

Il caffè fa bene al cuore, ai muscoli e al cervello: può stimolare la perdita di peso ed aiutare chi soffre di diabete di tipo 2. Chi soffre di cardiopatie, ipertensione o di gastrite (si dice anche che faccia male al viso) deve stare attento e seguire i consigli del proprio medico: se amate l’espresso però sappiate che almeno una tazzina al giorno vi sarà concessa!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti