Smurf, la storia del gatto blu

Il suo colore è un insolito blu puffo, da cui il nome Smurf, e ha già conquistato il web.

28 Luglio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

Quando il nome racconta tanto di sé. È il caso di Smurf, un dolcissimo e socievole gatto, il cui pelo ha un insolito colore azzurro/blu, da cui appunto il nome che in inglese significa puffo. Questo curioso felino è, in breve tempo, diventato famosissimo sul web grazie a un video condiviso su TikTok in cui se ne racconta la storia. “Questo è Smurf”, spiega Theo Randall secondo quanto riferisce lazampa.it, mentre l’animale allunga la zampina verso l’obiettivo.

Ad attirare l’attenzione, però, non è tanto la dolcezza del muso o la tenerezza dello scambio di coccole ma proprio quello strano colore azzurrognolo che caratterizza il pelo di Smurf. È sempre Randall a spiegare che il micio è arrivato al rifugio nel quale attualmente si trova con il pelo a chiazze blu e viola. Eppure, tra un ciuffo e l’altro, è riconoscibile il colore naturale del manto.

Che cosa è successo a Smurf? La ragione non è chiara, anzi lo stesso tiktoker dice di non sapersi spiegare del tutto quella stranezza. Ciò che conta, ovviamente, è che il gatto sia in salute e le immagini che lo ritraggono paiono non rivelare particolari problemi. Ma l’inedita sfumatura del pelo ha preoccupato gli utenti della piattaforma social che hanno iniziato a interrogarsi sul motivo per il quale l’animale è stato tinto.

Questa pratica è in uso soprattutto nei casi in cui i mici siano impiegati come prede nei combattimenti illegali dei cani. Il loro colore serve, giustappunto, agli scommettitori per le loro infelici puntate. Tale ipotesi per fortuna dovrebbe essere scongiurata dal fatto che Smurf non presenta alcun tipo di ferita, cicatrice o lesione riconducibile a un combattimento con altri animali. Il suo comportamento, poi, confermerebbe che il felino è sempre stato trattato con cura e attenzione da parte della famiglia.

Resta, dunque, la supposizione per cui il micetto sia stato colorato per questioni estetiche o per una inconcepibile bravata. Ora che il video è diventato virale, sono già in molti a voler accarezzare Smurf il cui pelo, piano piano, recupererà il suo colore originario.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti