0, 0, 0, 2, 1, 0, 0 trend

Sorpresa, i cibi che gonfiano lo stomaco non sono i soliti sospetti

I cibi che gonfiano lo stomaco: quali sono? Durante i pasti, riduci il consumo di alimenti che mai ti aspetteresti e presto il gonfiore sparirà

Fonte: flickr

Spesso si tende a identificare come cibi che gonfiano lo stomaco, gli alimenti sbagliati. In realtà in questa fantomatica categoria, dalla quale molti cercano di stare alla larga, rientrano anche dei cibi che nessuno sospetta minimamente. Questo accade perché di solito si attribuiscono altre caratteristiche, per lo più positive. E’ ad esempio il caso del latte: con ciò non viene messo in alcun modo in dubbio il fatto che faccia bene alle ossa per via dell’elevato apporto di calcio, ma al contempo è risaputo che contribuisce a generare aria nella pancia, gonfiandola. Infatti è proprio il lattosio, la nota proteina del latte, a creare dei disturbi che rendono più faticosa la digestione.

Molte persone, inoltre, risultano addirittura intolleranti al lattosio e per questo devono scegliere alimenti sostitutivi così da non essere soggetti a disturbi intestinali più gravi. Tra gli altri cibi che gonfiano lo stomaco e che nessuno si aspetterebbe, ci sono anche i frutti con all’interno un unico seme osseo. Non è dunque esonerata la ciliegia o la pesca o l’albicocca e persino l’albicocca secca, perché mantiene le caratteristiche nutrizionali di quella fresca. Si parla quindi dei frutti delle cosiddette drupacee, se non vengono correttamente digeriti dal nostro organismo, provocano l’effetto della pancia gonfia.

La stessa cosa vale per gli alimenti piccanti, i quali, fermentando, stimolano la produzione degli acidi dello stomaco provocando così un eccesso di aria. Inoltre bisogna limitarne il consumo in quanto possono irritare l’apparato digerente. Quante persone, dopo un pasto fuori casa, masticano un chewing-gum non consapevoli che questo rientra tra i cibi che gonfiano lo stomaco in maggior misura? Ebbene sì, la classica gomma americana, che può sembrare tanto innocua, in realtà stimola la produzione degli enzimi digestivi in quanto, con la masticazione, si fornisce al nostro corpo la sensazione che si stia mangiando qualcosa.

Anche i cibi estremamente salati non fanno altro che aumentare il livello dell’aria all’interno della pancia. Il sale, infatti, oltre a far male al sistema cardiocircolatorio, aumenta la quantità che il nostro corpo trattiene, dando l’impressione di sentirsi più gonfi e, non di rado, causando conseguenti problemi di stitichezza. Ovviamente tra i cibi che gonfiano lo stomaco ci sono anche quelli classici, che tutti conoscono, come gli ortaggi crociferi (broccoli, cavoli e cavoletti di Bruxelles), i legumi (ceci, fagioli e fave), le bevande gassate e i dolci.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti