Tra le mura di una Chiesa trovano una lettera del 1941

La lettera è firmata da quattro uomini e contiene un messaggio per le future generazioni: "Non abbiamo vissuto una vita felice".

27 Ottobre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

Immaginate di trovarvi in un’antica chiesa e di scovare, tra i mattoni, una lettera nascosta e rimasta tra le mura per chissà quanto tempo. E ora pensate che è accaduto tutto davvero, e proprio in questi giorni. Ci troviamo in Belgio, per la precisione ad Anversa: un operaio ha scoperto una lettera nella Chiesa di St. James in una delle volte del soffitto dell’edificio. La scoperta è stata ancora più strabiliante quando è stato chiaro che la missiva fosse datata 21 luglio 1941 e che portava la firma di ben quattro persone.

John Janssen, Jul Gyselinck, Louis Chantraine e Jul Van Hemeldonck: come si capisce chiaramente dalla lettera, i quattro uomini in quegli anni lavoravano proprio alla costruzione del soffitto della Chiesa e hanno voluto rendere note le condizioni di lavoro non proprio idilliache, lasciando – nello stesso tempo – un messaggio alle future generazioni. Un messaggio non proprio pieno di speranza. Al contrario, è un consiglio spassionato arrivato in tempi di povertà perché probabilmente gli uomini non potevano immaginare quanto il mondo sarebbe cambiato dopo la guerra.

“Nel 1941 il soffitto della chiesa era incollato a un’impalcatura mobile alta 26 metri – recita il messaggio – quando questo soffitto sarà nuovamente dipinto non saremo più su questa terra. Vogliamo dire alle generazioni che verranno dopo di noi che non abbiamo vissuto una vita felice. Abbiamo vissuto due guerre. Una nel 1914 e una nel 1940, conta pur qualcosa no? Lavoriamo qui e siamo affamati, ci pagano pochissimo, non abbiamo cibo. Volevamo dare un consiglio alle future generazioni nel caso scoppi una nuova guerra. Mettete da parte il cibo in eccesso, come riso, caffè, farina, tabacco e grano per tenervi in vita! Godetevi la vita e se necessario sposatevi di nuovo. A coloro che sono sposati: tenete d’occhio le vostre case”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti