0, 0, 0, 0, 0, 1, 0 trend

Tre di Denari: licenziati dall'azienda dopo Reazione a Catena

Le star del programma “Reazione a Catena”, i “Tre di denari”, dopo aver vinto 400mila euro vengono licenziati dalla fabbrica in cui lavoravano

Fonte: Facebook

I “Tre di denari” sono le nuove, ma ormai superate, star del programma Rai “Reazione a catena”. Si tratta di un trio di giovani, Francesco Nonnis, Marco Burato e Michael Di Liberto, che per ben 35 puntate ha monopolizzato il trono del celebre quiz televisivo della prima serata. Lunedì 19 giugno 2017, infine, i tre sono stati sconfitti dalla squadra “Le Caffeine”.

Questo non ha impedito ai ragazzi di conquistare, nel lungo periodo all’interno del programma, ben 400mila euro, nonché una certa fama a livello nazionale e un pubblico affezionato, che addirittura si è indignato al momento della sconfitta degli ormai affermati campioni a quindi della loro uscita dal programma.

Qualche problema al lavoro

Ma la lunga supremazia dei “Tre di denari” su Rai Uno e la loro improvvisa celebrità non ha suscitato lo stesso apprezzamento in tutti colori che li conoscono nella vita reale. Due giorni dopo la fine della loro avventura all’interno della trasmissione, infatti, il loro titolare ha deciso di licenziarli tutti e tre con una lettera ufficiale.

I giovani spiegano che, l’anno precedente, il responsabile aveva loro accordato il permesso di assentarsi dal lavoro per partecipare al programma ma, dato che continuavano a vincere, la loro assenza si era prolungata. Al loro ritorno, il titolare aveva loro intimato di non azzardare mai più richieste del genere.

Un licenziamento non del tutto inaspettato

Quest’anno, però, i “Tre di denari” sono tornati sul palco di “Reazione a Catena”, nonostante l’avvertimento del loro titolare sul lavoro che aveva liquidato la loro rinnovata richiesta con la minaccia, niente affatto velata, di conseguenze nel caso in cui i tre fossero tornati in televisione. Il titolare aveva negato subito l’autorizzazione ai dipendenti i quali però, parlandone tra loro e con le compagne, avevano deciso di contattare comunque il programma di Amadeus.

Così, terminato il loro percorso nel quiz, i tre sono stati freddamente licenziati dalla fabbrica situata nella Brianza nella quale lavoravano da colleghi. La loro vita professionale, dunque, non appare in discesa come molti potrebbero pensare. Michael, Francesco e Marco, però, pensano di utilizzare il denaro vinto nelle puntate per aprire insieme un bar, da chiamare proprio “Tre di denari”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti