Tutti i luoghi comuni su Cristoforo Colombo che le persone ritengano siano veri

Cristoforo Colombo è stato uno dei più importanti navigatori della storia. Ma quali sono i luoghi comuni che contraddistinguono la sua figura? Scopriamoli assieme

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

La figura di Cristoforo Colombo è ricca di miti e leggende. Ma è tutto vero ciò che sappiamo su di lui? Quello che diamo per certo è che il 12 ottobre 1492 il navigatore ed esploratore genovese sbarcò sulle coste dell’America, più precisamente nell’odierna San Salvador, credendo di essere arrivato in India. Questo fortunoso errore cambiò così per sempre la storia e la geografia del mondo allora conosciuto. Risultano invece clamorosamente falsi cinque luoghi comuni ritenuti da tutti, o quasi, veri.

Non è assolutamente vero che fu Cristoforo Colombo a scoprire le Americhe. Sono state trovate tracce di colonizzazione da parte di navigatori norreni, popoli germanici della Scandinavia centro-meridionale meglio conosciuti come Vichinghi, risalenti a circa l’anno mille. Un altro falso mito è che Colombo, con il suo primo viaggio verso occidente, dimostrò che la terra non era piatta, ma rotonda. Infatti, la sfericità della Terra venne dimostrata quasi mille anni prima da Pitagora e, successivamente, da Aristotele.

Falsa anche la credenza secondo cui Colombo, dopo il ritorno in patria, importò la sifilide in Europa. Probabilmente questa malattia infettiva esisteva già nel vecchio continente, ma non era ancora conosciuta dai medici dell’epoca, in quanto la sua esplosione epidemiologica avvenne solo nel 1494. Cristoforo Colombo nacque a Genova nell’agosto del 1451 e morì dimenticato ed in povertà il 20 maggio 1506 a Valladolid, in Spagna. Pochi anni prima della sua morte venne anche incarcerato con l’accusa di violenze sui nativi americani, ma venne successivamente graziato da Re Ferdinando II d’Aragona.

Errato quindi il luogo comune secondo cui il navigatore genovese venne ricoperto di ricchezze dalla corte di Castiglia. Cristoforo Colombo è ritenuto uno dei più grandi navigatori ed esploratori della storia, nonostante gli evidenti errori geografici e di navigazione commessi, e la sua figura ha da sempre influenzato la cultura di massa di ieri e di oggi. La sua erronea scoperta ha dato il via alla colonizzazione permanente delle Americhe da parte degli Europei, che si concluse solo nella seconda parte del 19esimo secolo, con la conquista del Far West da parte degli Stati Uniti d’America. Ecco dunque i cinque luoghi comuni su Cristoforo Colombo che le persone ritengano siano veri.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti