Adesso Wikihow ti vuole insegnare a essere indie

Il vostro sogno è essere indie? Wikihow ha creato una guida appositamente per voi: ecco come essere i più cool dell’universo

Oggigiorno si sente parlare sempre di indie: dalla musica allo stile, quasi non se ne può più. Ma Wikihow ha deciso di soddisfare le richieste degli utenti.

Che, a quanto pare, aspirano tutti a diventare dei Tommaso Paradiso dei poveri. Eh sì, perché – senza ovviamente nulla togliere a nessuno – probabilmente non avete lo stesso conto in banca. Ma essere indie oggi, e quindi anche un po’ hipster, è diventato davvero un imperativo per molti ragazzi e ragazzi. Domanda: si può essere indie a comando, solo perché va di moda? Ma soprattutto: non è questo il contrario di essere indie? Esattamente sì, ma a noi cosa importa? Nulla. E nemmeno a Wikihow, dato che ha realizzato una guida per tutti quei giovinastri che su Google digitano “Come faccio a diventare indie?”.

Ma cosa consiglia Wikihow agli aspiranti indie? Ovviamente il primo step è quello di non dare importanza a cosa pensano gli altri. Esprimete voi stessi e la vostra anima senza pensare a nulla. Apprezzate cose cui nessuno darebbe mai importanza e fate quello che vi pare. Avete 35 anni e volete i capelli unicorno? E che capelli unicorno siano. Altri requisiti per essere indie sono fare qualcosa per gli altri, come protestare o iscriversi a un sindacato, ma soprattutto non toccate nulla che puzzi anche solo lontanamente di mainstream.

Ciò che bisogna tenere veramente in considerazione quando si è indie, è l’approccio alla musica. Non potete ascoltarvi di nascosto Tiziano Ferro o Lady Gaga se volete davvero essere indie. Cercate qualche artista che non conosce nessuno e che però è bravissimo. Andate nei negozi di dischi ed evitate Spotify. Niente stereo né mp3 soprattutto: comprate un bel vinile da 300 euro e più indie di voi non ci sarà nessuno. Ovviamente la passione per la musica non deve rimanere una cosa vostra. Dovete parlarne a tutti i vostri amici e farne il principale argomento di conversazione. Insomma, dovete diventare insopportabili.

Essere indie vuol dire anche realizzare da soli molti accessori. Datevi al fai-da-te, dipingete, create sciarpe e collane. Parola d’ordine: creatività. Fate pena? Non fa niente, non vi è concesso smettere di tentare. Ovviamente non bisogna sottovalutare l’abbigliamento: dovete vestirvi vintage e, se riuscite, anche un po’ folli. Insomma, devono girarsi a guardarvi per strada. Ah, forse è ridondante dirlo: ma niente grandi marche.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti