10 lavori che non esisteranno più nel 2022

Uno studio ha individuato 10 lavori che nel 2022 non esisteranno più

Nel 2022 dieci lavori che ora conosciamo e, che ci sembrano indispensabili, non esisteranno più. A stilare la “lista nera” è CareerCast che ha realizzato uno studio basandosi sui dati raccolti da Bareau of Labor Statistics. La ricerca non lascia spazio ai dubbi: fra pochi anni dieci lavori scompariranno definitivamente e non ne sentiremo più parlare. Si tratta per lo più di professioni “tradizionali” che, con lo sviluppo delle nuove tecnologie e l’avvento dell’era digitale, rischiano di estinguersi. Ma scopriamo insieme la classifica.

Al decimo posto l’esaminatore delle tasse, un lavoro che ormai può svolgere tranquillamente un computer grazie a software altamente sofisticati in grado di incrociare dati e dichiarazioni in pochi minuti. Una persona stipendiata per consultare 730 e stilare cartelle esattoriali ormai non serve più. Nona posizione per il tipografo che, nell’era del web e delle nuove tecnologie, rischia di estinguersi. Gli esperti del settore latitano e la possibilità di stampare in pochi secondi qualsiasi cosa, scannerizzando centinaia di immagini e documenti in breve tempo, ha fatto sì che i giovani non si avvicinassero più con interesse alla professione.

Stesso discorso per un lavoro manuale come quello dell’operaio in fabbrica (ottavo posto in classifica), dell’agricoltore (secondo posto) e del taglialegna (sesto posto). Si tratta di impieghi che, secondo le analisi di mercato, tenderanno a dissolversi nel 2022. Colpa delle nuove tecnologie, ma anche della mancanza di persone disposte ad imparare questi mestieri. Nel settore del turismo nessuno è al sicuro e, se la scomparsa degli agenti di viaggio (quinta posizione) non ci sorprende, considerando la presenza di siti web specializzati in vacanze, sembra che anche le hostess (settimo posto) presto si estingueranno. A rischio pure i report giornalistici (quarto posto), dopo l’invenzione di alcuni software in grado di realizzare articoli perfetti trovando le informazioni sul web, così come i lettori di contatori (terza posizione), soppiantati dagli stessi cittadini e dalla tecnologia. Infine al primo posto troviamo il postino che, con l’arrivo dei droni, rischia di essere mandato a casa entro il 2022.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti