5 libri da leggere sotto l'ombrellone

Non sapete che libri leggere quest’estate? Ecco cinque consigli sui romanzi da portare sotto l’ombrellone

L’estate sta arrivando e tra una partita di beach volley e una di racchettoni, magari avrete voglia di rilassarvi leggendo un buon libro. Cosa c’è di meglio della spiaggia e della brezza del mare per immergersi in tranquillità tra le onde di una storia messa su carta? Con l’avvento del web sono tanti i romanzi usciti negli ultimi anni: alcuni sono molto validi, altri un po’ meno. Se non volete sbagliare e andare a colpo sicuro, ecco cinque libri da leggere sotto l’ombrellone che non vi faranno alzare gli occhi… nemmeno se dovessero passare Brad Pitt e Angelina Jolie in costume!

1. Uno dei libri più belli che siano mai stati scritti è “Venuto al mondo”, della magnifica Margaret Mazzantini. È un romanzo che conta più di 500 pagine, quindi iniziatelo solo se siete dei lettori instancabili perché usarlo come poggiatesta sarebbe davvero un peccato. Narra la storia d’amore tra Gemma e Diego, due ragazzi pieni di speranza che vedranno infrangere i propri sogni nel bel mezzo del conflitto nell’ex Jugoslavia.

2. Se amate i fantasy, date una chance alla saga di “Shadowhunters”, della scrittrice Cassandra Clare. Sì, film e serie televisiva sono stati dei flop epocali, ma i libri sono così belli e ben fatti che vi chiederete davvero come sia stato possibile non rendere giustizia a un best seller scritto in questo modo. “Shadowhunters” ha per protagonisti Jace e Clary, due giovani cacciatori di demoni che devono salvare il mondo dal pericolo più terribile di tutti: gli inferi.

3. C’è un motivo se Elena Ferrante è stata tradotta in (quasi) tutte le lingue del mondo. “L’amica geniale” è una quadrilogia che mozza il fiato. Ambientata nella Napoli (e nell’Italia) degli anni ’50, racconta le vicissitudini di due amiche – Elena e Lila – dall’infanzia alla vecchiaia, attraversando decenni di storia e politica italiana.

4. Chi non ha mai sognato di partire all’avventura, magari su un vascello pirata? Forse non siamo nell’epoca adatta per metterci un pappagallo in spalla e una benda sull’occhio, ma possiamo certamente andare all’arrembaggio con la fantasia. “Tortuga”, “Veracruz” e “Cartagena” sono i tre libri che compongono la saga sui pirati scritta da Valerio Evangelisti: tra duelli, viaggi e amori, lo scrittore rappresenta in maniera disincantata i protagonisti dei suoi romanzi, che alla fine non si possono non amare.

5. Un altro grande classico che vi farà venir voglia di staccare l’ombrellone dalla sabbia e andare in battaglia, è “Q”, romanzo storico di Luther Blisset (oggi Wu Ming) ambientato durante gli anni della riforma protestante e delle rivolte contadine guidate da Thomas Muntzer. In men che non si dica vi troverete a gridare:“Fratelli miei, non ci hanno vinti. Siamo ancora liberi di solcare il mare!”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti