0, 0, 1, 1, 1, 3, 0 trend

La storia di Alan Bean, il quarto uomo a camminare sulla Luna

È stato il quarto uomo a camminare sulla Luna, ecco la storia dell'astronauta artista Alan Bean

Era il 1969 e la missione Apollo 12 realizzò il secondo allunaggio della storia delle esplorazioni dello spazio. Così dopo Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Pete Conrad, il quarto uomo a mettere piede sulla luna è stato Alan Bean.

Alan Bean è recentemente scomparso all’età di 86 anni. A darne notizia la Nasa che lo ha ricordato con un articolo e un video, sottolineando in un cinguettio nel profilo ufficiale su Twitter che: “Ha avuto una vita straordinaria”.  La sua carriera si potrebbe riassumere in astronauta e artista. Infatti, dopo 18 anni al servizio delle esplorazioni dell’Universo, che lo hanno visto camminare sulla Luna e comandare il secondo equipaggio Skylab, si è dimesso dalla “carriera nello spazio”. A quel punto si è dedicato a dipingere le meraviglie che ha avuto il privilegio di ammirare.

La missione Apollo 12 partì a novembre del 1969 e si occupò di esplorare l’Oceano lunare e di portare avanti alcuni esperimenti. Bean nel 2008, in occasione del cinquantesimo anniversario della Nasa, ha dichiarato che camminare sulla luna è stata “una delle cose più divertenti che avesse mai fatto”.

Con la sua scomparsa, dei dodici uomini che hanno potuto vivere l’esperienza di camminare sul nostro satellite, sono ancora in vita solamente quattro: Buzz Aldrin, Dave Scott, Charlie Duke e Harrison “Jack” Schmitt.

Successivamente è stato comandante di veicoli spaziali della missione  Skylab II. Insieme agli altri membri dell’equipaggio è stato in volo per 59 giorni, percorrendo 24,4 milioni di miglia. Raggiungendo nel 1973 un record mondiale.

Texano, prima di essere selezionato con gli astronauti della Nasa, ha volato come pilota collaudatore. Inoltre ha operato anche come backup per i membri dell’equipaggio Gemini 10 e Apollo 9.

Ha trascorso 1672 ore nell’Universo, fra queste più di dieci sono state dedicate a passeggiate nello spazio e sulla Luna.

Dopo 18 anni si è ritirato dalla carriera di astronauta per poter tradurre su tela quello che aveva visto nelle missioni. Cosa che ha fatto a lungo nel suo studio di Houston.

Alan Bean non rientra fra gli esploratori dello spazio che hanno lasciato un messaggio alle future generazioni. L’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari spaziali esterni infatti sta raccogliendo messaggi e immagini da parte degli astronauti che hanno viaggiato nel cielo. Fra questi anche cinque degli italiani che hanno partecipato a missioni.

Alan Bean quarto uomo ad aver camminato sulla luna

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti