0, 0, 0, 0, 1, 0, 0 trend

La macchina della verità conferma che Buzz Aldrin ha visto un UFO

Buzz Aldrin, il secondo astronauta a camminare sulla luna, ha superato la macchina della verità facendo delle rivelazioni sconvolgenti

Gli alieni sono i protagonisti di numerosi film di fantascienza, libri e storie da raccontare ai bambini. C’è chi dice di averli visti, di essere stato rapito e addirittura di provenire da un altro mondo. Ma c’è anche chi è stato nello spazio e ha detto di aver visto qualcosa che non riesce a spiegarsi: si tratta dell’astronauta Buzz Aldrin. L’uomo ha anche superato il test della macchina della verità asserendo di aver visto un oggetto UFO, un oggetto volante non identificato.

L’astronauta Buzz Aldrin è stato il secondo uomo a calpestare la luna nell’ambito della missione spaziale Apollo 11. Oggi ha 88 anni ed è tornato alla ribalta delle cronache per un motivo molto particolare: è stato reso noto che ha passato il test della macchina della verità dicendo di aver visto un UFO mentre stava andando sulla luna. La prova è stata sostenuta anche dagli altri astronauti che erano con lui: si tratta di Al Worden, Edgar Mitchell e Gordon Cooper. Tutti hanno detto la stessa cosa e ognuno di loro ha passato il test del poligrafo.

«Sull’Apollo 11, mentre facevamo rotta verso la luna, ho visto una luce dal finestrino che sembrava muoversi proprio accanto a noi – ha detto Buzz Aldrin per spiegare ciò che ha osservato durante la missione – Potrebbero esserci molte spiegazioni di cosa potesse essere. Una navicella di un altro paese, o di un altro mondo. O anche il razzo che avevamo staccato dai quattro pannelli che abbiamo tolto quando abbiamo estratto il lander dal missile. Non era un alieno. Osservazioni straordinarie richiedono prove straordinarie. Questo diceva Carl Sagan». Insomma, Buzz Aldrin qualcosa di strano ha visto, ma forse non proprio un alieno. «Potrebbero vivere degli extraterrestri nella galassia della via Lattea, e ne esistono miliardi. La verità è che quasi certamente c’è vita oltre noi nello spazio».

Il test della macchina della verità che hanno fatto Buzz Aldrin e gli altri è diverso da quello che si fa normalmente in altre circostanze. E, proprio per questo, è ancora più complesso. Nonostante tutto, nella storia è pieno di esempi di persone che sono riuscite a ingannare il poligrafo: questo probabilmente non è il caso – anche perché Aldrin ha detto di aver visto “qualcosa”, non un alieno – ma sicuramente rende ancora più affascinante quel posto meraviglioso che è lo spazio.

buzz aldrin apollo11

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti