Avere un marito implica 7 ore in più di pulizie a settimana

Le donne sposate sgobbano un’ora al giorno in più in casa per i mariti: la nuova ricerca sul divario di genere

Prima di sposarsi la maggior parte delle donne impiegano gran parte delle loro energie a pianificare il giorno più bello, sperando che tutto sia perfetto e immaginando la vita da sposate come un sogno ad occhi aperti: il maritino che si presenta con la colazione a letto anche se la luna di miele (sapete perché si chiama così?) è finita da un pezzo, un mazzo di rose rosse a sorpresa la sera e attenzioni, complimenti, messaggini dolci a non finire… Eppure il quadro prospettato da alcuni ricercatori dell’Università del Michigan è ben diverso e molto poco confortante rispetto a quello appena tratteggiato.

Studiando il bilancio familiare delle famiglie americane dal 1968 ai giorni nostri, è emerso infatti che la donna, una volta diventata moglie, si ritrova a sgobbare a casa 7 ore a settimana in più di quando era single. La distribuzione dei lavori domestici non è mai stata equa tra uomo e donna considerando che in passato di norma erano i mariti a stare più tempo fuori casa: ora anche la popolazione femminile rivendica la propria autonomia socio-economica (il gender gap resta comunque molto pronunciato in Italia), ambisce a costruirsi una carriera di tutto rispetto (se è bionda naturale, è avvantaggiata!) o semplicemente contribuisce al benessere familiare lavorando comunque come un uomo.

Ciò nonostante, si ritrova a rassettare, preparare i pasti, fare il bucato e i piatti (meglio farli a mano che in lavastoviglie, ecco perché) 1 ora al giorno in più rispetto a prima di conoscere l’uomo dei suoi sogni e sistemarsi. Così mentre l’uomo sposato si concede una partita di calcetto a settimana, un po’ di corsa all’aria aperta dopo il lavoro e magari un drink con gli amici di tanto in tanto, la mogliettina è costretta a mettersi in pari con le faccende e spesso fargli anche trovare il pranzo pronto per il giorno dopo.

Dalla ricerca, inoltre, è stato rilevato che le donne con tre o più figli (cos’è in grado di fare da sola questa mamma) lavorano in casa 26 ore a settimana in più delle single: una situazione davvero al limite per il benessere psico-fisico delle mamme, che rischiano facilmente di andare incontro a spiacevoli conseguenze. Forse è per questo motivo che i divorzi sono all’ordine del giorno?

Dovrebbero essere le mogli a lamentarsi della situazione, invece di recente il tribunale di Treviso ha dato ragione ad un uomo che ha chiesto il divorzio perché la ex moglie era una “scansafatiche”

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti