Bucato igienizzato, la giusta temperatura dell'acqua in lavatrice

Come lavare i panni in lavatrice avendo cura di eliminare germi e batteri? Ecco qual è la temperatura più indicata per il nostro bucato

2 Luglio 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Da quando è scoppiata l’emergenza Coronavirus in tutto il mondo, abbiamo ampiamente rivalutato le nostre priorità e azioni in fatto di igiene: lavarsi spesso le mani e mantenere la distanza gli uni dagli altri – oltre alla mascherina da indossare nei luoghi chiusi – sono le regole basilari che ancora dobbiamo seguire per scongiurare una seconda ondata.

È bene però anche osservare alcune accortezze per quanto riguarda germi e batteri, compresi quelli del Covid-19, sui nostri capi di abbigliamento per essere sicuri al 100% che siano igienizzati alla perfezione (sai come riportare i capi ingialliti al loro antico splendore? Ecco il consiglio efficace).

Come disinfettare il bucato eliminando agenti patogeni potenzialmente pericolosi? Questa questione vale al di là del Coronavirus e può tornarci utile anche se abbiamo bambini piccoli in casa, maggiormente esposti a germi e batteri.

La maggior parte delle lavatrici ha un programma a 30° che permette di risparmiare energia e comunque disinfettare il bucato tuttavia questa temperatura non risulta sufficiente alla eliminazione totale è estremamente consigliabile stare sui 60°: molti germi, a dire il vero, possono sopravvivere anche a 60°, tuttavia è la combinazione di alta temperatura insieme ai detersivi utilizzati per il lavaggio ad ucciderli.

L’organizzazione sanitaria nazionale della Gran Bretagna, per esempio, indica questa temperatura come ideale anche se fa sapere che mettere la lavatrice a 40° e usare detersivi a base di candeggina (qui qualche informazione su come usarla al meglio senza sbagliare) ha comunque un effetto deleterio sui principali agenti patogeni; inoltre si raccomanda – per chi ne fosse in possesso – di non rinunciare al passaggio in asciugatrice: il calore generato da essa è un’ulteriore garanzia di successo nella lotta a germi e batteri.

Dunque, oltre a prediligere temperature uguali o superiori a 40° in lavatrice, bisogna aggiungere al consueto detersivo degli igienizzanti ad hoc come la candeggina – la più potente – o il perossido d’idrogeno o anche l’aceto.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti