Chi mangia i resti di cibo dei set cinematografici?

Anche i set cinematografici stanno cercando di diventare ecologici: ecco come

2 Settembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: 123rf

“I set cinematografici sono notoriamente luoghi dispendiosi”, inizia così un articolo del Los Angeles Times, che prosegue riportando che alcuni film ad alto budget possono generare fino a 72 tonnellate di rifiuti alimentari. Di conseguenza, molti set cinematografici stanno tentando di “diventare ecologici”, sostituendo le bottiglie di plastica con bottiglie riutilizzabili e le batterie usa e getta con quelle ricaricabili, ad esempio. Affrontare lo spreco alimentare, tuttavia, è particolarmente importante per rendere la produzione cinematografica più sostenibile.

Nel suo lavoro di eco-supervisore sui set cinematografici, Emellie O’Brien, come scrive Mashed.com, scava nei bidoni della spazzatura per separare il compost dai materiali riciclabili, e una volta ha donato 2.000 pasti non consumati dalla produzione di “Spider-Man”. Considerando che un film medio ha più di 500 membri della troupe, secondo Stephen Follows, ciò significa che devono esserci almeno dozzine di pasti che possono essere donati da ciascuno. Un altro spunto di riflessione: non sono solo gli snack preparati per il cast e la troupe che possono essere dati in beneficenza; sono anche i pasti che i food stylist usano per le scene da pranzo.

Mentre snack, bevande e pasti forniti dai servizi di artigianato vengono solitamente donati o gettati via se non vengono consumati dal cast e dalla troupe, il cibo che viene visto sullo schermo può avere un destino diverso. Come riportato da Mental Floss, la food stylist di Hollywood Chris Oliver afferma che quando si tratta di pasti cucinati per scene specifiche, gli attori di solito li mangiano durante le riprese e la troupe li finirà dopo. Chris spiega che spesso riutilizza il cibo che non viene utilizzato in una ripresa, per un’altra ripresa di cui ha lo styling nello stesso giorno. Se non possono essere riproposti sul set, penserà a modi creativi per utilizzare gli avanzi, trasformando i cibi in salsa o marmellata.

Le riprese commerciali, in particolare quelle per ristoranti o marchi alimentari, producono spesso più avanzi, che vengono donati quando possibile. “Una volta ho donato un intero pesce spada quando abbiamo fatto uno spot per un ristorante di pesce”, ha detto Oliver a Mental Floss. “Non l’abbiamo mai nemmeno usato. Così l’ho tenuto nel ghiaccio e l’ho portato in un rifugio per senzatetto. Erano entusiasti di averlo”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti