Chi vuol essere milionario?, le lacrime di Gerry Scotti

Di fronte al racconto di un concorrente, Gerry Scotti si è commosso ripensando a suo padre.

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

L’ultima puntata di Chi vuol essere milionario? è  andata in onda mercoledì 4 marzo e, a colpire il pubblico di spettatori e il popolo del web, sono state le lacrime di Gerry Scotti.

Il conduttore non è infatti riuscito a trattenere l’emozione di fronte al racconto di Renato Gei. Il concorrente è infatti figlio di Renato Gei, calciatore e allenatore di Serie A negli anni ’50 e ’60.

La quinta domanda verteva proprio sulla maglia della nazionale azzurra e Renato ha ricordato il padre scomparso. “Quando giocò in Nazionale andò a fare una visita in Portogallo proprio ai reali di Savoia che erano lì in esilio” racconta Renato commuovendosi.

“Mio padre aveva gli occhi azzurri – continua il concorrente – ma portava gli occhialoni neri, per cui io non avevo mai visto bene gli occhi di mio padre. Quando li vidi li paragonai al cielo, ed è un ricordo che mi porto dentro”. “Mi stai facendo commuovere – ha replicato Scotti – perché mi ha ricordato anche mio papà”. Sia Gerry che il concorrente si sono visibilmente commossi, ricevendo in risposta l’applauso del pubblico.

“E poi la gente da casa dice che è solo un quiz – ha concluso il conduttore – guardate quante cose possono venir fuori solamente con un quiz”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti