Cina, ritrovato il primo calendario celeste: ha ben 2mila anni

Un gruppo di ricercatori cinesi ha scoperto un insieme misterioso di pezzi di legno collegati a un antico calendario celeste

29 Dicembre 2023
Alessia Malorgio

Alessia Malorgio

Content Specialist

Ha conseguito un Master in Marketing Management e Google Digital Training su Marketing digitale. Si occupa della creazione di contenuti in ottica SEO e dello sviluppo di strategie marketing attraverso canali digitali.

Fonte: 123rf

Ventitré strisce di legno sono state rinvenute in una tomba conservata da 2.000 anni nel distretto di Wulong, nella Cina sud-occidentale. Ognuna delle 23 strisce di legno misura all’incirca 2,5 centimetri di larghezza e 10 cm di lunghezza e presenta iscrizioni di caratteri cinesi legati al sistema “Dieci Celesti Tronchi e Dodici Rami Terrestri”.

Il calendario astronomico tradizionale cinese misurava il tempo attraverso combinazioni cicliche di dieci tronchi celesti e dodici rami terrestri ed è stato creato durante la dinastia Shang, che governava la Cina dal 1600 a.C. al 1045 a.C. Addirittura, secondo gli studiosi, uno dei pezzi di legno potrebbe rivelare l’anno in cui la tomba è stata sigillata per la prima volta, hanno dichiarato gli archeologi.

Le altre 22 strisce, invece,  potrebbero essere state utilizzate per rappresentare altri anni esatti dal calendario, suggerendo che potrebbero essere stati uno strumento per i cronometristi.  Ed Krupp, un astronomo e direttore dell’Osservatorio Griffith non coinvolto nella scoperta di Wulong, ha dichiarato a Live Science: “Le strisce di legno con annotazioni calendriche sono significative come primo e unico esempio conosciuto di quel tipo di iscrizione su quel tipo di oggetto”. Le strisce facevano parte di oltre 600 manufatti scoperti nel sito dell’antico distretto di Wulong all’inizio di quest’anno.

Il calendario celeste cinese è un sistema tradizionale utilizzato in Cina per tracciare il tempo e le date in base a cicli astronomici. Questo calendario è stato storicamente fondamentale per diverse attività culturali, agricole e religiose nella società cinese. Una delle caratteristiche principali del calendario celeste cinese è la combinazione ciclica dei “Dieci Celesti Tronchi” e dei “Dodici Rami Terrestri”.

Il primo è composto da dieci elementi, spesso associati ai cinque elementi (legno, fuoco, terra, metallo e acqua) ciascuno in una forma yin e yang. Gli elementi vengono assegnati in modo ciclico per formare un ciclo di dieci anni. Il secondo, Dodici Rami Terrestri, include dodici rami, che sono nomi di animali: Topo, Bue, Tigre, Coniglio, Drago, Serpente, Cavallo, Pecora, Scimmia, Gallo, Cane e Maiale. Questi dodici rami si combinano ciclicamente con i dieci tronchi celesti per creare un ciclo di sessanta anni.

È importante sottolineare che il calendario celeste cinese è lunisolare, poiché tiene conto sia delle fasi lunari che di quelle solari. Oggi, mentre il calendario gregoriano è il principale sistema utilizzato nella vita quotidiana in Cina, il calendario celeste cinese continua ad essere usato per determinare le date di alcune festività tradizionali, come il Capodanno cinese e la Festa di metà autunno.

Tornando alle scoperte archeologiche: altri reperti includevano ciotole in lacca, scatole, vasi, utensili di bambù, piatti, pipe musicali, lance e treppiedi da cucina. Secondo Krupp, le scoperte dalla tomba di Wulong indicano che vi era sepolta una persona di alto rango: “Gli oggetti sepolti con il defunto sono numerosi e molto, molto pregiati. Siamo convinti che si tratti di un materiale ricco e costoso.”

Inoltre gli archeologi hanno trovato un elenco scritto di tutti gli oggetti funerari dal sito, che ha rivelato che la tomba è stata costruita nel 193 a.C. Questo periodo, storicamente coincide con il governo della dinastia cinese degli Han, che controllava ampie parti del paese tra il 206 a.C. e il 9 d.C.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti