Come conservare l'acqua minerale e per quanto tempo

L'acqua minerale serve a molte funzioni, ma per sfruttare tutte le sue caratteristiche bisogna sapere come conservarla. Vediamo insieme i diversi metodi

Conoscere le regole di conservazione dell’acqua minerale è fondamentale. Grazie a dei piccoli suggerimenti si riesce ad evitare le possibili contaminazioni batteriche, prevenire la diminuzione della qualità dell’acqua e risaltarne gli aspetti positivi. Seguendo le regole di conservazione dell’acqua minerale si può anche preservarne il sapore, evitando che questi possa cambiare in relazione allo stato del liquido. Come nel caso riguardante la conservazione di altri piccoli alimenti, l’acqua può emanare un cattivo odore, può essere contaminata da microorganismi potenzialmente dannosi per la salute umana e perdere tutte le proprie capacità nutrizionali.

Perché l’acqua non perda di sapore bisogna evitare che questa rimanga in un contenitore all’aperto, in quanto potrebbe servire da substrato per batteri, alghe e zanzare (alcune delle quali possono trasmettere malattie potenzialmente pericolose per l’uomo). Inoltre occorre prestare attenzione al contenitore in cui si trova l’acqua minerale. Alcuni tipi di materiali possono reagire, – seppur lentamente, – con le sostanze chimiche presenti nell’acqua. Oltretutto la reazione potrebbe avvenire anche per via del contatto diretto tra la luce solare e l’acqua, nonché del calore.

Il primo passaggio utile per conservare al meglio l’acqua minerale è di trovare un contenitore adatto. I materiali migliori in questo caso sono il vetro, l’acciaio e il polietilene. Nel caso si avessero dei dubbi, si potrebbe prendere in considerazione l’idea di procurarsi un grande bottiglione d’acqua. Quest’ultimo è pensato appositamente a conservare l’acqua per lunghi periodi di tempo. Il recipiente di conservazione dev’essere pulito, sia da sostanze chimiche che dallo sporco. Meglio risciacquare l’interno un paio di volte prima di utilizzarlo.

A tutto ciò si aggiunge anche un’altra necessità: bollire l’acqua che si vuole conservare. Questo però è utile solo nel caso dell’acqua liscia, in quanto il processo di ebollizione potrebbe eliminare tutti i gas dall’acqua. Per impedire la crescita di microorganismi nocivi si può prendere in considerazione l’idea di aggiungere all’acqua del cloro. Il contenitore di conservazione contenente l’acqua minerale va sigillato per bene. I contenitori di plastica vanno tenuti lontano dalle sostanze infiammabili, in grado di rilasciare vapori che possono attraversare le plastiche.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti