Come incidono i colori nella percezione del gusto

L'approccio al cibo è multisensoriale e il colore di ciò che abbiamo nel piatto ne influenza il gusto, toccando la nostra sfera emotiva

Basta pensarci un attimo per comprendere la fondatezza di questa teoria: noi mangiamo con gli occhi prima che con la bocca e anche i colori dei piatti, oltre al loro odore, ci dicono già moltissimo di cosa stiamo per mangiare ancor prima che il cibo sfiori le nostre papille gustative (guardate queste incredibili #tsunamicake)

La percezione del gusto è un approccio multisensoriale: il colore di cosa stiamo per mangiare ci anticipa già quale sarà il suo grado di cottura, il suo sapore, la sua freschezza, se sarà freddo, caldo, dolce o amaro. Una bibita ci sembrerà più o meno dissetante a seconda del suo tono di colore: un’aranciata a cui aggiungeremo zucchero ci sembrerà dolce, una a cui aggiungeremo zucchero e colorante ci sembrerà dolcissima.

Anche per questo sui social spopolano i food blogger e anche gli influencer più famosi non disdegnano le foto dei piatti al ristorante: quando un piatto è bello e colpisce l’occhio sta già colpendo anche il gusto e soprattutto la fantasia, facendoci sognare.

Emina Goodman, direttrice del reparto colori di una grande azienda alimentare americana, ha recentemente confermato a Mashed che il colore di un cibo aiuta le persone a connettersi con esso a livello emotivo: questa è una consapevolezza molto usata in ambito commerciale.

I cibi gialli, ad esempio, evocano salute ed energia, ma anche voglia di viaggiare: molti di loro, come il mango o la curcuma, evocano luoghi esotici e lontani. I cibi che tendono al grigio comunicano invece stabilità, forza, affidabilità: parliamo di colori neutri che possono sfociare nel bianco, ma anche nel beige o nel nocciola. Funghi, finocchi, cioccolato bianco, alcuni tipi di patate o di formaggi spalmabili ci trasferiscono proprio queste sensazioni.

Per trasmettere calma e sicurezza servono invece cibi blu: mirtilli e patate blu possono riportarci al colore del mare e alla tranquillità che ci trasmette, ma anche alla risolutezza e alla tenacia.

La prossima volta che vi mettete ai fornelli pensateci un attimo: anche i nostri pranzi e le nostre cene casalinghe possono comunicarci quello che vogliamo, ancora prima di consumarli.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti