Presto potrai comprare una delle 120 chitarre di David Gilmour

David Gilmour mette all'asta 120 delle sue chitarre: tra i pezzi in vendita, c'è anche la leggendaria Black Strat di "The Dark Side of the Moon"

Se hai sempre sognato di strimpellare una delle chitarre dei Pink Floyd, il tuo sogno potrebbe diventare realtà: David Gilmour ha infatti messo all’asta i suoi leggendari strumenti.

Il chitarrista dei Pink Floyd ha annunciato che 120 dei suoi bassi, chitarre elettriche ed acustiche saranno messe all’asta il prossimo 20 giugno presso la casa Christie’s di New York per beneficenza. I proventi della vendita saranno infatti devoluti in favore di numerose associazioni benefiche del Regno Unito, impegnate a sostenere i senzatetto e a combattere carestie ed altri problemi nel mondo.

«Ci tengo molto a queste chitarre. Sono mie amiche e mi hanno aiutato a comporre musica. Ma penso che adesso possano servire a qualcun altro. Mi sono divertito con loro. E con i soldi che verranno dalla vendita, faranno anche un gran bene al mondo intero. E questa è la mia intenzione» ha spiegato Gilmour nell’annunciare l’asta. L’ex Pink Floyd ha poi candidamente ammesso di averlo fatto anche per ragioni pratiche: «C’è da dire che non volevo diventare troppo vecchio e avere una marea di chitarre attorno senza farci nulla. Francamente, molte sono chitarre che non ho nemmeno il tempo di suonare, e che daranno gioia ad altre persone».

C’è quindi la possibilità concreta di mettere le mani su alcuni dei pezzi più famosi imbracciati da David Gilmour, come la Black Strat del 1969, la leggendaria Fender Stratocaster nera da lui utilizzata durante le session di registrazione di “The Dark Side of the Moon” del 1973 e suonata anche sul palco dell’Anfiteatro Romano di Pompei del 7 e 8 luglio 2016. Degna di nota anche una Stratocaster del 1954 utilizzata durante la registrazione di “Another Brick in the Wall“.

I modelli di chitarre più pregiati dell’ex Pink Floyd sono stati valutati dagli esperti per un valore compreso tra i 100mila e i 150mila dollari, ma ci sono anche strumenti che potrebbero finire nelle vostre case per “soli” 30mila dollari. Qualora non abbiate a disposizione queste cifre, non abbiate timore: il catalogo dell’asta include anche pezzi del valore di 300 dollari, più alla portata di tutti. Insomma, il prossimo giugno, amanti del rock, c’è un appuntamento imperdibile che vi attende a New York.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti