0, 1, 0, 0, 0, 0, 0 trend

Compri il pane 'fresco' al supermercato? Hai sempre sbagliato

Non tutti gli alimenti che troviamo al supermercato sono sani. Anche l’insospettabile pagnotta può nascondere delle pericolose insidie: ecco perché.

Il pane fresco del supermercato è un alimento sano? Chi è attento a ciò che porta in tavola dovrebbe essere curioso di conoscere la risposta, sebbene l’informazione sia utile a tutti per acquisire maggiore consapevolezza di ciò che mangiamo.

Sugli scaffali della grande distribuzione troviamo davvero di tutto e comprare tutto ciò che ci serve a riempire la dispensa in un unico posto risulta ovviamente comodo. Si risparmiano tempo e spesso anche un po’ di soldini -qui addirittura non si spende un centesimo- ma conviene se poi il prezzo più caro lo paga la nostra salute?

Alcuni alimenti che troviamo al supermercato, proprio come il pane fresco, possono rivelarsi non proprio genuini e salutari, e in alcuni casi addirittura nocivi.

La classica pagnotta, ad esempio, per quanto possa apparire profumata e fragrante, spesso, può nascondere delle pericolose insidie. Questo perché in alcuni supermercati il pane è pre-congelato e ogni mattina viene cotto in forno per essere venduto come fresco di giornata.

Chiariamo che non si tratta di una pratica vietata ma del tutto comune in molti supermercati che vendono pane fresco. Il problema sta nel fatto che la preparazione dell’impasto potrebbe contenere ingredienti che sarebbe meglio evitare, come alcuni lieviti chimici, che non contribuiscono a rendere il prodotto digeribile. Per evitare di correre rischi, dunque, sarebbe opportuno leggere l’etichetta: se qualcosa non ci convince, lasciamo pure il prodotto sullo scaffale e dirigiamoci da qualche altra parte.

Inutile dire che l’ideale sarebbe poter comprare il pane fresco direttamente dal panettiere (lui è particolarmente generoso), qualora nel vostra città o nel vostro quartiere abbiate la possibilità di farlo. Sappiate, comunque, che sempre più supermercati si riforniscono direttamente da chi il pane fresco lo produce ogni mattina. Provate a chiedere negli esercizi commerciali: magari la soluzione potrebbe essere solo cambiare supermercato!

Oltre al pane, quando riempite il carrello della spesa fate attenzione anche ad altri alimenti insospettabili ma potenzialmente nocivi come alcuni cereali da colazione, spesso ricchi di zuccheri e di sostanze chimiche che li rendono più appetibili. E che dire di sottilette e formaggini? Spesso questi cibi vengono prodotti con gli scarti di altri formaggi e contengono molti polifosfati.

Se riuscite, state lontani anche dalla pizza surgelata che non solo è carica di oli idrogenati ma il più delle volte è farcita con ingredienti di scarsa qualità. Per quanto golosi, evitate infine i wurstel di pollo che non solo sono molto più grassi e nocivi di quelli a base con carne di maiale, ma possono contenere anche ossa frantumate o parti del midollo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti