Cosa c’è davvero nei wurstel? La scoperta con il microscopio

Wurstel sotto il microscopio! Le rivelazioni che stanno facendo discutere: scopri cosa c'è nella loro acqua di conservazione.

18 Dicembre 2023
Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino

Giornalista

Ph(D) in Diritto Comparato e processi di integrazione e attivo nel campo della ricerca, in particolare sulla Storia contemporanea di America Latina e Spagna. Collabora con numerose testate ed è presidente dell'Associazione Culturale "La Biblioteca del Sannio".

I wurstel sono una ghiottoneria, spesso considerata un peccato di gola immancabile nelle grigliate e nelle serate in famiglia o da amici. Questo alimento tanto amato, però, è diventato oggetto di parecchia attenzione su TikTok, dove alcuni utenti hanno analizzato la sua composizione in modo dettagliato attraverso il microscopio. Si tratta di un’indagine che ha portato alla luce informazioni sconcertanti sulla natura degli ingredienti contenuti al loro interno, sollevando domande sulla sicurezza e sulla salubrità di questo popolare prodotto alimentare. Cosa c’è davvero nei wurstel? Andiamo a scoprirlo a partire dall’analisi della loro acqua di conservazione.

I Wurstel e i loro ingredienti: cosa c’è dentro oltre alla carne?

I wurstel sono generalmente noti per il fatto di essere alimenti ultraprocessati, in quanto sono ottenuti riunendo e rilavorando le parti di scarto della produzione di carne di maiale, insieme ai resti delle carcasse di polli e tacchini. Questi ingredienti, che non possono essere immessi sul mercato direttamente, diventano la materia prima per la produzione delle nostre amate salsicce da hot dog. Aromi, conservanti e coloranti vengono poi aggiunti alla miscela, rendendo i wurstel non solo poco salutari, ma anche da evitare, specialmente per i bambini.

Scopri anche:– Wurstel: ecco di cosa sono fatti e come vengono preparati

C’è da aggiungere che i wurstel, pur essendo alimenti precotti, richiedono una cottura rigorosa per ridurre al minimo il rischio di esposizione a batteri pericolosi come la listeria o la salmonella. E quindi non vanno mai e poi mai consumati crudi. Per mantenere la loro consistenza umida, vengono confezionati sottovuoto all’interno di una gelatina trasparente. Ma cosa contiene questa sostanza che avvolge i wurstel?

Scoperte al microscopio: cosa contiene l’acqua che avvolge i wurstel?

L’analisi al microscopio ha rivelato elementi di varia natura dentro la gelatina dei wurstel, alcuni dei quali non riconducibili ad ingredienti alimentari. I video che spopolano su TikTok mostrano macchie non meglio identificate e fibre simili a peli, mescolate alle carni. Questa scoperta ha sollevato preoccupazioni sulla qualità e la sicurezza di questi prodotti, gettando un’ombra non proprio minuta sul piacere di consumarli.

In quella che è una challenge fatta di assoluta incoscienza, alcuni utenti di TikTok hanno addirittura accettato la sfida di bere l’acqua dei wurstel. Questa pratica è assolutamente rischiosa poiché, come per il consumo del prodotto crudo, porta alla possibilità di contrarre batteri come la salmonella e la listeria. Non proprio i più piacevoli del mondo.

Sebbene siano stati pubblicati video in risposta da parte delle aziende produttrici o da altri ricercatori, la sicurezza alimentare dei wurstel rimane un dubbio di non poco conto. Questi video affermano che i wurstel contengono solo carne e nulla più, la presenza di possibili peli o altri elementi non alimentari potrebbe essere interpretata come un gioco ottico.

La verità, ad ogni modo, sembra ancora essere oggetto di dibattito, ma ciò che emerge chiaramente è la necessità di mettere sempre una certa dose di cautela nel consumare wurstel, che resta un dato di fatto. Che la loro acqua contenga o meno ingredienti non alimentari è un dettaglio: restano alimenti ultraprocessati e, se consumati, devono essere assolutamente cotti.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti