Ecco perché gli animali domestici non dovrebbero mangiare hot dog

Tra gli alimenti che non dovremmo mai dare ai nostri amici animali ci sono gli hot dogs: colpa del sale e dei grassi.

9 Luglio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

L’estate moltiplica le occasioni di stare all’aperto, magari davanti a una tavola imbandita e a una bella grigliata. Proprio in queste circostanze, vedendo l’acquolina con cui ci guardano i nostri cani, siamo spesso tentati di offrire loro qualche boccone. È bene, però, prestare attenzione perché il loro stomaco non tollera tutti i nostri alimenti quindi dare in pasto il nostro cibo potrebbe diventare un boccone davvero amaro.

È il caso dell’hot dog, fra i piatti più comuni da condividere e senza dubbio uno degli alimenti più pericolosi per un cane. A raccontarne il motivo è Lifehacker, secondo cui la carica di sale e di grassi di cui gli hot dogs sono ricchi è dannosa per il sistema digerente canino. A questo si aggiunge anche la forma tipicamente allungata a tubo: rappresenta un rischio di soffocamento altissimo per l’apparato dei nostri cani.

Meglio, dunque, evitare l’hot dog così come le costolette e le ali di pollo: anche in questi casi il pericolo è in agguato. I residui possono, infatti, depositarsi in gola causando problemi digestivi o peggio. All’elenco dei cibi da non condividere (o da offrire in quantità ridottissima) coi nostri animali domestici si devono aggiungere poi patatine e biscotti.

E non va meglio con frutta e verdura perché anche in questo caso possono far male a cani e gatti. Mai dare mais in chicchi, per esempio, perché potrebbe soffocarli mentre l’intera pannocchia se ingerita potrebbe bloccarne lo stomaco. Evitate anche aglio e cipolla che risultano tossiche così come la maggior parte delle bevande zuccherine. Acqua sì, quindi, e niente alcol, soda o caffeina che irritano l’apparato fino a provocare convulsioni.

La scelta migliore è condividere con i nostri quattro zampe il nostro tempo e gli spazi all’aperto ma non i piatti che portiamo sulle nostre tavole.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti