0, 1, 0, 0, 0, 0, 1 trend

Giardino, prato sintetico non è una buona idea: danni alla salute

Il prato sintetico può sembrare la giusta soluzione per abbellire i nostri giardini, ma i rischi per ambiente e salute sono numerosi

27 Luglio 2022

Come possiamo rendere più belli e rigogliosi i nostri giardini e terrazzi anche se non abbiamo il pollice verde (attenzione a quando annaffiamo le piante del balcone: non superiamo questo orario o le rovineremo subito)? La soluzione più facile, veloce ed economica sembra proprio essere quella di installare dell’erba sintetica.

Il prato finto può anche adornare piccole piscine e non ha bisogno praticamente di alcuna manutenzione, dunque è impossibile rovinarlo. Di contro, però, ci sono diversi aspetti che dovremmo tenere in considerazione per i possibili danni che il prato sintetico provoca sulla nostra salute e all’ambiente.

Partiamo dalla composizione degli steli d’erba: è tutta plastica che, come ben sappiamo, è un derivato del petrolio e per questo motivo altamente inquinante e assolutamente nemico della natura. I prati in erba sintetica sono inospitali per le api e in generale gli insetti impollinatori, che svolgono un ruolo fondamentale per l’ecosistema: è grazie all’opera continua di impollinazione che va avanti la sopravvivenza del pianeta.

Oltre a non poter svolgere la loro funzione primaria, le api perdono anche una buona fonte di cibo e di sostentamento.

Un altro aspetto da considerare è che l’erba artificiale si surriscalda molto prima e di più dell’erba vera, proprio per via della sua composizione. I rischi di ustione ai piedi – o alle zampe dei nostri amici animali – sono sottovalutati ma concreti.

Gli steli possono addirittura surriscaldarsi più dell’asfalto e contribuiscono, in questo modo, ad aumentare la temperatura che si percepisce in città. Come ben sappiamo, invece, prati, alberi e zone verdi soprattutto nelle metropoli fungono da polmoni contro smog e inquinamento, rinfrescando l’ambiente grazie al vapore acqueo che rilasciano.

L’eccessivo caldo potrebbe addirittura sciogliere completamente i fili d’erba e rilasciare nell’ambiente particelle sottili ma altamente tossiche come il benzene, considerato una sostanza irritante e cancerogena, o il toluene, ugualmente irritante e neurotossico.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti