I sex toys più sicuri dei giochi per bambini, lo dice la scienza

Gli studi condotti di recente in Svezia rivelano a sorpresa che, a livello di composizione, i sex toys sono più sicuri dei giocattoli per bambini

Fonte: Pixabay

La Svezia è particolarmente attenta al tema della sicurezza: lo dimostrano le indagini svolte sulla composizione dei giochi per bambini e non solo. Su ordine delle autorità, nel 2015, la Swedish Chemicals Agency ha condotto un’ispezione su 112 giochi per bambini rilevando che il 15% di essi conteneva sostanze chimiche bandite in Svezia, incluso il piombo.
Nell’anno seguente un’indagine simile è stata condotta dalla stessa agenzia con riguardo questa volta ai sex toys. Dei 44 articoli visionati -tra quelli importati in Svezia da altri paesi- solamente il 2% conteneva componenti chimiche proibite per legge. È stata la prima volta che la SCA ha effettuato uno studio simile e i risultati hanno colto di sorpresa gli stessi ricercatori.

Sostanze vietate

Dei 44 sex toys esaminati dalla Swedish Chemicals Agency, dunque solamente uno conteneva una sostanza vietata dalle autorità svedesi. Nello specifico si trattava di un dildo in plastica nella cui composizione è stata ritrovata anche della paraffina clorurata, sostanza che, stando alle dichiarazioni della SCA, è potenzialmente cancerogena. Alla stessa agenzia non è ben chiaro perché un numero maggiore di giocattoli per bambini contenga sostanze tossiche.

La legge svedese, infatti, stabilisce chiaramente che le sostanze chimiche contenute nei giochi per bambini non devono in nessun caso rappresentare un pericolo, anche potenziale, per la salute umana. Per i sex toys le leggi non sono così specifiche, ma molto probabilmente lo diventeranno. Si tratta, infatti, di un mercato in continua crescita di cui i principali esportatori sono Stati Uniti e Cina.

Perché i giocattoli non sono sicuri

Se la Swedish Chemicals Agency è rimasta basita davanti ai risultati della sua stessa ricerca, non riuscendo a spiegarsi come fosse possibile che oggetti pensati appositamente per il divertimento e l’uso di bambini anche piccoli potessero essere così poco controllati, altri tipi di studio hanno cercato di dare una risposta plausibile.

I sex toys sarebbero, infatti, importati in Svezia da compagnie più grandi e con un maggior potere di controllo sulla merce importata, sulla sua qualità e sulla sua composizione. Ad occuparsi dell’importazione di giocattoli per bambini invece, sono aziende di dimensioni più piccole che per questo motivo godono di minor margine decisionale in materia.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti