Micah, il bimbo che è allergico a tutto. Può mangiare solo pesche

Micah è un bambino allergico a tutto. Il piccolo ha solamente due anni e si alimenta esclusivamente con le pesche

Fonte: GoFoundMe

Micah è un bambino molto speciale: è allergico a tutto e può mangiare solamente le pesche fresche. Il piccolo ha 2 anni, vive a Montreal, in Canada, e ha ben 27 allergie alimentari. Soffre infatti di enterocolite allergica, una sindrome che lo costringe a mangiare un solo cibo: le pesche. La mamma, Caroline Masson, ha svelato che tutto è iniziato durante lo svezzamento, quando ha fatto assaggiare per la prima volta una banana a Micah.

Quel giorno il bambino ha vomitato per 4 ore. Oggi il piccolo viene alimentato con pesche fresche e biologiche, per evitare che siano contaminate con pesticidi, a cui si aggiunge una miscela di amminoacidi che gli consente di ottenere i nutrienti essenziali per sopravvivere.

Oltre alla sindrome dell’enterocolite allergica, che causa diarrea, reflusso, vomito e dolore addominale,  Micah è affetto da altre due malattie: la sindrome di DiGeorge, che provoca malformazioni e cardiopatie, e la microdelezione 15q13.3, che causa problemi neurologici.

La speranza dei genitori è che la situazione del bambino possa presto migliorare visto che solitamente l’enterocolite allergica scompare con l’arrivo dei quattro anni d’età. Nel frattempo Micah mangia una volta al giorno e continua a combattere per sopravvivere. Per i suoi genitori questa situazione è divenuta economicamente insostenibile, tanto che hanno lanciato una raccolta fondi su GoFoundMe, raccontando la loro storia e chiedendo un aiuto per finanziare le costose cure del bambino.

“Compriamo quintali di pesche – ha spiegato la mamma del bambino – e inoltre dobbiamo far fronte a tante spese per le cure mediche: ogni mese mio figlio viene visitato da 9 specialisti diversi. Ora stiamo usando i soldi destinati alle vacanze familiari e per questo siamo alla ricerca di fondi, anche perché io ho dovuto lasciare il lavoro per occuparmi di Micah. Ma nonostante le difficoltà è un bambino straordinario – ha concluso la donna -. Non ha avuto un inizio di vita facile, ma speriamo che smetta di soffrire”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti