Orange wine: il prossimo anno berremo tutti vino arancione

Il nuovo must in fatto di vino sono gli orange wine, vini arancioni realizzate seguendo una tecnica antica molto particolare

I vini arancioni sono la nuova moda fra gli esperti del settore.  Denominati anche orange wine, stanno conquistando tutti, dai piccoli produttori, ai grandi assaggiatori, sino agli appassionati, e presto li troveremo anche sulle nostre tavole.

Come suggerisce il nome questi vini hanno un colore diverso da tutti gli altri e, una volta versati nel bicchiere, assumono un colore arancione decisamente carico, tipico ad esempio dei vini passiti. A idearli alcuni produttori che non solo seguono i tempi e le leggi della natura, ma hanno anche riscoperto un nuovo metodo per fare il vino, lasciandosi ispirare dalle tecniche utilizzate ai tempi dell’antica Roma. Il vino arancione infatti non è particolare solo per via del suo colore, ma anche per il metodo storico ed etico con cui viene realizzato, ossia senza trattare le viti con nessun prodotto chimico e facendo riposare il vino nelle anfore.

Gli orange wine in realtà sono dei vini bianchi che vengono messi a macerare sulle bucce, seguendo quindi una vinificazione uguale a quella dei vini rossi. Nella vinificazione delle uve bianche infatti le bucce non vengono lasciate a contatto con il mosto nella fase fermentativa (come avviene invece nel caso delle uve rosse). Questo metodo fa si che il vino assuma un colore arancione vivo, ma soprattutto un odore e un gusto unico che non possiede nessun vino bianco né rosso.

Molti esperti hanno descritto il vino arancione come “un vino bianco che si traveste da rosso”. Questo perché gli orange wine al palato assomigliano molto ai vini bianchi, ma al tempo stesso hanno la complessità ed il carattere spigoloso proprio dei vini rossi.

La forza proviene soprattutto dal contatto con le bucce ricche di tannini e responsabili della longevità del vino. In Italia vengono chiamati vini bianchi e presto invaderanno il mercato. Se per ora infatti sono solo appannaggio degli appassionati e di chi ha voglia di assaporare un vino di alta qualità realizzato in modo particolare, presto potrebbero diventare il nuovo must alcolico del 2017.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti