Petto di pollo troppo asciutto? Il trucco per cucinarlo al meglio

Il petto di pollo è un grande classico delle cene estive e non solo, ma per mantenerlo morbido ci sono alcune accortezze da seguire

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

I petti di pollo sono un salva-cena ideale, per grandi e piccoli: la carne di pollo è magra e delicata, se ben condita è gustosa e si cuoce in poco tempo, in padella o al forno. Basta aggiungere un contorno ed il gioco è fatto.

Ma come ottenere petti di pollo morbidi e gustosi? A volte infatti questo taglio di carne resta gommoso o stoppaccioso e finisce per rovinare la cena. Ci sono alcuni  accorgimenti da mettere in pratica, che sono infallibili: seguiteli per ottenere i petti di pollo più morbidi e gustosi che abbiate mai mangiato.

Il petto di pollo va acquistato di buona qualità, già affettato o anche intero: a questo punto, una volta portato a casa, va battuto con il batticarne. Le fettine vanno avvolte nella pellicola o nella carta forno, per evitare che si rovinino troppo, e poi vanno battute in modo da ottenere lo spessore che si desidera. Questo serve sia ad accorciare i tempi di cottura che ad ammorbidire la carne.

Un altro sistema molto utilizzato ed efficace al 100% è la marinatura: più si riesce a tenere il petto di pollo nella sua marinatura, più i risultati saranno gustosi.  L’ideale è lasciare il pollo a marinare in frigo tutta la notte, ma se non si ha tempo, il periodo minimo perchè si insaporisca un po’ è almeno un’ora.

La marinatura classica è con olio, limone, aglio e cipolla, ma ce ne sono di diversi tipi da sperimentare, a base di yogurt o latticello, di soia e miele, a seconda dei gusti personali.

Se amate la panatura, anche questa può aiutare a mantenere il pollo morbido e gustoso all’interno: la fettina va passata prima nell’uovo sbattuto a spuma, poi nel pan grattato (o in altra panatura che preferite) insaporito da spezie e poi in padella antiaderente. Il processo di panatura può essere anche ripetuto due volte. Al posto della panatura classica, solo per mantenere la morbidezza, potete anche solo infarinare leggermente il petto di pollo prima della cottura.

L’importante è non stracuocere il pollo, per evitare che si indurisca: la temperatura massima che dovrebbe raggiungere nel cuore è di 75 gradi (utilissimo in cucina un termometro), mai di meno perchè la carne di pollo poco cotta può essere pericolosa per la salute.

Infine, una volta cotto il pollo deve riposare prima del taglio: l’ideale è coprirlo con un foglio di alluminio per 10-15 minuti prima di servirlo in tavola.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti